Da Tropea a Capo Vaticano, passando per Pizzo e Serra San Bruno: cosa fare e vedere a Vibo Valentia, lungo la Costa degli Dei e l’interno. 


La Calabria è una regione che si presenta agli occhi dei turisti come un mix vincente di siti patrimonio dell’Umanità, calorosi benvenuti, antiche tradizioni, colori, profumi, ma anche monti a cui aggiungere una costa mozzafiato con un mare incantevole. Ci sono tantissime località da scoprire in tutto il territorio calabro ed ogni scorcio ha il suo piglio ammaliante.

Cosa vedere Vibo Valentia e Costa degli Dei

In questo articolo, però, voglio parlarvi delle bellezze di Vibo Valentia e di quel tratto costiero tirrenico che si sviluppa fra Nicotera e Pizzo Calabro passando per la pittoresca Tropea. Chiamata non a caso “Costa degli Dei”, quest’area è una perla di rara bellezza dove a farla da padrone sono scogliere, baie, calette, spiagge bianche e acque cristalline dove è possibile praticare sport acquatici.

Cosa fare e vedere tra Vibo Valentia e la Costa degli Dei

Ho avuto modo di esplorare le bellezze di Vibo Valentia e della Costa degli Dei grazie al progetto “Vibo Vibes: Amazing Calabria” e adesso vi lascio tutte le informazioni su cosa vedere, cosa fare, dove dormire, insieme a qualche consiglio su dove mangiare e fare shopping. 

Tropea

La piccola e pittoresca Tropea si sviluppa su un promontorio che si staglia direttamente nelle incantevoli acque dei golfi di Gioia Tauro e S.Eufemia, con molte spiagge insignite della Bandiera Blu e lo scoglio panoramico col santuario di Santa Maria. Tropea deve la sua internazionale notorietà allo scenario mozzafiato delle spiagge e delle anse avvolte dalle scogliere.

blank

Il vivace centro storico è caratterizzato da strette vie, ristoranti e negozi ma anche palazzi nobiliari del ‘700 e ‘800 nonché la cattedrale di Maria Santissima di Romania con l’effige della patrona. Passeggiare lungo i viottoli di Tropea, tra stand di cipolle rosse (specialità della zona!) e souvenirs di ogni sorta, regala la bellissima sensazione di essere finalmente in vacanza.

Se state cercando un posto in cui mangiare a Tropea, sappiate che al Waku Waku troverete il vero e autentico sushi giapponese, anche con servizio di asporto. Daniele, il proprietario, ha vissuto anni della terra del Sol Lavante imparando l’arte del sushi e importandola in Calabria. La filosofia del Waku Waku è incentrata su professionalità e qualità e nulla – neanche la salsa di soia! – è lasciato al caso. Consiglio i nigiri (il tonno rosso è la loro specialità), l’onigirazu, la Chirashi zushi (per gli amanti della pokè)… il tutto accompagnato da sakè e birre tipiche importate appositamente dal Giappone.

Capo Vaticano

Tra le cose da vedere a Vibo Valentia e lungo la Costa degli Dei, Capo Vaticano merita un posto d’onore, sia solo per i bellissimi scorci panoramici e i tramonti spettacolari che si godono dal suo promontorio. La costa frastagliata e le piccole baie con spiagge di sabbia bianca sono perfette per chi ama il mare mentre i fondali sono ideali per immersioni e snorkeling. Consiglio una gita in barca per apprezzare le numerose grotte del litorale e gli archi naturali tra cui la spiaggia delle Grotticelle, del Tono e di Praia i Focu, raggiungibile solo via mare.

Vibo Valentia

Cosa vedere a Vibo Valentia? Il centro storico di questa provincia, sviluppatasi su una collina, è caratterizzato da strette vie, piazzette, edifici storici, nonché dal dominante Castello Normanno-Svevo che ospita il museo archeologico e dal panoramico Parco delle Rimembranze dove ammirare la costa. I principali luoghi religiosi sono il Duomo di Santa Maria Maggiore e San Leoluca e la rinascimentale chiesa di San Michele Arcangelo, assolutamente da vedere. Nella vicina frazione di Vibo Marina, invece, è possibile fare “la vita da spiaggia”. Con sport acquatici ed escursioni in barca, ad esempio alle isole Eolie (Messina).

blank

Tra le cose da fare a Vibo Valentia non può di certo mancare un po’ di sano shopping. Passeggiando lungo Corso Vittorio Emanuele III, in pieno centro, si incontrano tre dei cinque negozi Giannini: lo store principale, uno dedicato unicamente alla moda femminile e quello vintage. La storica azienda Giannini nasce nel 1969 e, da allora, propone abbigliamento, calzature, borse e accessori in tutti gli stili, dal classico al moderno, sartoriale e di tendenza, ma con un unico filo conduttore: la qualità. All’interno dei punti store è possibile trovare capi per ogni esigenza e, per chi non ha la possibilità di essere materialmente a Vibo, Giannini ha attivato anche un fornitissimo shop online con spedizioni in tutto il mondo e consegne rapide.

Pizzo

Arroccato su un promontorio lungo una costa frastagliata, Pizzo è un borgo che presenta un pittoresco centro storico e un magnifico litorale di spiaggia sabbiosa. Celebre per il suo tartufo, delizia che va assolutamente assaggiata, Pizzo ha diverse attrazioni e luoghi particolari che meritano una visita. Tra questi spicca il castello dove fu imprigionato Gioacchino Murat, cognato di Napoleone, che svetta a picco sul mare e si erge accanto a un belvedere panoramico. Da non perdere poi le sculture di tufo della chiesetta di Piedigrotta, anch’essa interamente scavata nella roccia dinanzi alla spiaggia.

Per concludere in bellezza, passeggiata nel centro storico fra piazzette, chiese, negozi, edifici storici e viuzze, come Vicolo dei Baci con una ripida scalinata.

Serra San Bruno

Non tutti sanno che, nel cuore della Calabria, si trova una Certosa, ossia un monastero di certosini. Serra San Bruno sorge in collina, a circa 40 chilometri dal mar Ionio e dal mar Tirreno. La località è celebre per i suoi boschi, i sentieri di trekking e la Certosa, primo rigoroso convento certosino in Italia. All’interno si trova il Museo con diverse sale che raccontano la vita monastica nonché opere d’arte pregevoli.

Curiosità! Ad appena un chilometro di distanza, seguendo a piedi il Sentiero Frascati, si giunge al Santuario di Santa Maria del Bosco dove si trova il laghetto dentro il quale il Santo si immergeva per offrire a Dio la sua penitenza.

Zungri

Tra le altre cose da fare e vedere a Vibo Valentia merita una menzione anche Zungri, località collinare in cui si trovano le grotte rupestri, un grande ambiente di 3000 mq noto anche con il nome di Città di Pietra, e il Museo della Civiltà Rupestre e Contadina con una collezione di oggetti della tradizione locale dal XIX al XX secolo.

Cosa mangiare a Vibo Valentia

Un viaggio può dirsi completo solo se si sperimentano le specialità e i prodotti tipici locali. Ecco quindi una lista di cose assolutamente da mangiare a Vibo Valentia, in Calabria:

  • Fileja: maccheroni di forma allungata, detti anche strozzapreti;
  • Pecorino di Monte Poro: formaggio caprino spesso grattugiato sulla pasta, oppure con verdure, grigliato a fette, sul pane o abbinato a insaccati;
  • Cipolla di Tropea: dolce e dal colore rosso, utilizzata cruda o cotta in panini, insalate, pasta e pizza;
  • Nduja di Spilinga: morbido insaccato a base di carne suina con peperoncino del territorio;
  • Tartufo di Pizzo: gelato di forma sferica con cuore di cioccolato fondente fuso, ricoperto di cacao amaro con zucchero;
  • Ciciriati: biscotti con miscela di ceci, caffè, noci e cacao;
  • Pittapie: biscotti dalla forma allungata ripieni di mosto d’uva.   

Dove dormire a Vibo Valentia

Data la vocazione altamente turistica, le strutture dove dormire a Vibo Valentia sono davvero tantissime e per tutte le esigenze. Se si vuole organizzare un itinerario tra le bellezze della Costa degli Dei, però, il consiglio è quello di scegliere un’ottima location come base e poi spostarsi in macchina.

blank

L’Arcobaleno Resort nel cuore di Capo Vaticano, a due passi da Tropea, è di certo l’ideale se cercate un posto tranquillo, dotato di tutti i comfort, con appartamentini con terrazzo e cucina e… una vista spettacolare sul mare. Il resort si trova a pochi minuti dal faro di Capo Vaticano e mette gratuitamente a disposizione la navetta per la spiaggia di Grotticelle (trovare un posteggio è davvero complicato).

I trenta appartamenti con balcone, angolo cottura e wi-fi gratuito sono immersi nel verde dov’è spicca una piscina con idromassaggio e un’area barbecue. All’interno dell’Arcobaleno Resort si trovano anche un bar, un’area gioco, una lavanderia, uno spazio per parcheggio gratuito e un terrazzino da cui è possibile gustare un aperitivo guardando il sole che tramonta sulle Eolie.

Come arrivare a Vibo Valentia

Il miglior modo per arrivare a Vibo Valentia è la macchina. La località è raggiungibile tramite la A3 Salerno – Reggio Calabria, con uscita a San Onofrio – Vibo Valentia, oppure la SP522, che collega gran parte della litoranea in provincia di Vibo Valentia.

L’aeroporto più vicino è a Lamezia Terme (CZ), a circa 40 chilometri. Alternativa è poi il treno con fermate a Lamezia Terme, Vibo Valentia-Pizzo o Tropea.