“Il miglior esempio esistente di castello reale realizzato nel 1700 in Svezia, rappresentativo dell’architettura reale del tempo”. Con questa motivazione stilata dall’Unesco, il Castello di Drottningholm ha trovato, nel 1991, un posto d’onore nell’elenco di siti mondiali Patrimonio dell’Umanità. Chiaramente ispirato al Castello di Versailles, il Palazzo Reale di Drottningholm è la residenza della famiglia reale svedese. Il nome stesso, Drottningholm, significa “isolotto della Regina” e fa riferimento alla regina Edvige Eleonora che comprò l’immenso palazzo nel 1661. A quel tempo, il figlio Carlo XI di Svezia era minorenne e quindi la regina Edvige assunse di fatto la carica di sovrana della Svezia. La buona regola richiedeva per lei una residenza imponente, non lontano da Stoccolma, che ben presto fu individuata proprio a Drottningholm.

COSA VEDERE. Il Palazzo di Drottningholm costituisce un complesso unico formato da: Palazzo Reale, Teatro di Corte, Parco e Padiglione Cinese. Il Palazzo Reale è la residenza del Re e della Regina di Svezia e comprende le Sale di Rappresentanza aperte al pubblico (con riserva in caso di eventi ufficiali). Il teatro di Corte è, invece, il teatro dell’opera dove ancora oggi si esibisce la compagnia reale svedese. Famosi e popolari sono i festival d’opera che si susseguono nelle serate estive.

Alle spalle del Palazzo Reale si aprono gli splendidi giardini con attorno il celebre parco immerso nel silenzio e nella natura. La parte più antica è quella del “giardino barocco” caratterizzato da spessi alberi e particolari statue. Il “giardino inglese”, invece, è costituito da due stagni con canali, ponti e grandi aree aperte di verde. Sempre all’interno del Parco si trova il Padiglione Cinese, un regalo che il re Adolf Fredrik fece nel 1753 alla regina Lovisa Ulrika per il suo compleanno. il padiglione reale è ispirato allo stile asiatico ed aperto e visitabile solo durante la stagione estiva.

COME ARRIVARE. Il Palazzo di Drottningholm sorge in un’isolotta distante 11 chilometri dal centro di Stoccolma. Esistono due possibilità per raggiungere la celebre residenza reale:

  • In metro: fino alla fermata di Brommaplan e poi proseguimento in autobus fino al Palazzo.
  • In battello: è un’esperienza molto particolare e, personalmente, ve la consiglio. Il battello parte dal Terminal navi della City Hall di Stoccolma ed il servizio è gestito da Strömma (stromma.se). La traghettata dura circa un’ora ma è piacevole poiché avrete modo di passare via mare da altri punti caratteristici della città, tra cui Långholmen, Lilla Essingen, Stora Essingen e Lindholmen.

Se possedete la Stockholm Pass sia il tour in battello che l’ingresso al Palazzo di Drottningholm sono gratuiti.

PREZZI E ORARI. Gli orari di apertura del museo dipendono dalle stagioni:

  • Aprile: sempre aperto dalle 11 alle 15.30
  • Da maggio a settembre: sempre aperto dalle 10 alle 16.30
  • Ottobre: aperto solo dal venerdì alla domenica dalle 11 alle 15.30
  • Dal 11 al 30 dicembre: chiuso
  • Dal 31 dicembre al 7 gennaio: sempre aperto dalle 12 alle 15.30
  • Dall’8 gennaio a marzo: aperto solo nei weekend dalle 12 alle 15.30

Il prezzo standard, per adulto, è di 130 SEK (circa 13 euro) ma vi sono agevolazioni per bambini, studenti e gruppi. L’ingresso è gratuito per tutti coloro che possiedono la Stockholm Pass e per i bambini sotto i 7 anni.

Se state progettando un weekend nella bella e colorata Stoccolma vi sarà utilissimo sapere quali sono le “10 cose da fare e vedere”. Tra queste, vi consiglio di prestare particolare attenzione allo Skansen, il Museo all’Aperto più antico del mondo e al Museo Vasa, il tragico fallimento divenuto il simbolo della città. Qui, invece, troverete il mio particolare viaggio fotografico attraverso la Capitale della Svezia.

Veronica Crocitti

#InViaggioConVeronica