Dalla cattedrale Aleksandr Nevskij alla chiesa di Bojana, patrimonio UNESCO: migliori cose da fare e vedere a Sofia, capitale della Bulgaria.


Situata ai piedi del monte Vitoša, antica capitale della Dacia, Sofia è la città più grande e popolosa della Bulgaria nonché il principale centro culturale, universitario e amministrativo del Paese.

La storia di Sofia è antichissima e risale al VII secolo a.C. quando venne fondata dai Traci col nome di Sardica. Conquistata dai Romani, venne distrutta dagli Unni nel 447, ricostruita ai tempi dell’imperatore bizantino Giustiniano I, ribattezzata Triadiza, presa dall’Impero Ottomano nel 1382, dai Russi nel 1878 e, infine, resa indipendente il 22 settembre 1908.

Ogni angolo di Sofia testimonia il passaggio dei numerosi popoli che, nel corso dei secoli, la dominarono e vi si stabilirono. I diversi volti della capitale della Bulgaria si manifestano attraverso contrasti coesistenti che ne fanno una città unica nel suo genere. Moschee erette accanto a sinagoghe e chiese ortodosse, scorci di street art mescolati a reperti risalenti al periodo paleocristiano, curatissimi giardini verdi che fanno da contraltare a casermoni con ferite di guerra… Sofia è, davvero, una città in grado di stupire e incantare.

DOVE DORMIRE A SOFIA: Trova tutte le offerte per alloggi

Ho avuto modo di esplorare la capitale della Bulgaria durante la realizzazione del progetto “Scorci di Bulgaria” e, in questo articolo, vi lascio una lista con le migliori cose da fare e vedere a Sofia (per ulteriori approfondimenti vi rimando anche all’articolo di Travel365).

Le migliori cose da fare e vedere a Sofia, capitale della Bulgaria

Per visitare il centro di Sofia e le sue principali attrazioni occorre almeno un weekend (se si vogliono fare escursioni nei dintorni – come ad esempio ai sette laghi di Rila, al Monastero di Rila o a Plovdiv – sono invece necessari minimo quattro giorni). 

Le principali cose da vedere a Sofia si trovano “chiuse” all’interno di un quadrilatero che ruota attorno alla fermata metropolitana di Serdika, con l’eccezione della chiesa di Bojana che invece si trova a sud della città nella zona di Vitosha.

LEGGI ANCHE: Itinerario di 7 o 10 giorni in Bulgaria, da Sofia al Mar Nero

Cattedrale di Aleksandr Nevskij

Simbolo indiscusso di Sofia e dell’intera Bulgaria, la Cattedrale di Aleksandr Nevskij si erge nel cuore del centro storico e domina, con i suoi 45 metri di altezza ed uno stile tipicamente neo-bizantino, l’omonima piazza e la zona circostante.

Cosa fare e vedere a Sofia, Bulgaria

Costruita tra il 1882 e il 1912, essa è dedicata al principe russo Aleksandr Nevskij ed ai 200.000 soldati russi caduti nella guerra russo turca del 1877-78. L’interno in stile italiano custodisce una cripta (divenuta un museo di icone) che fa parte della Galleria Nazionale.

Chiesa di Bojana

La chiesa medievale di Bojana sorge a sud del centro storico di Sofia e rappresenta uno dei più celebri monumenti di tutto il Paese. Al suo interno si trovano numerosi affreschi che rappresentano un bellissimo esempio di arte medievale dell’Europa orientale. Nelle 89 scene presenti, l’iconografia bizantina narra scene bibliche come ad esempio le 18 che si riferiscono alla vita di San Nicola.

DOVE DORMIRE A SOFIA: Trova tutte le offerte per alloggi

Dal 1979, la Chiesa di Bojana è Patrimonio UNESCO.

Saint Sofia Monument

Il monumento eretto in onore della Santa patrona della città di Sofia si trova esattamente all’uscita della fermata metropolitana di Serdika, non lontano dal palazzo presidenziale dinanzi cui, ogni ora, avviene il particolare cambio della guardia.

blank

Costruito nel 2001 per rimpiazzare la statua di Vladimir Lenin, il Saint Sofia Monument è stato realizzato in bronzo ed ha un’altezza di 16 metri.

LEGGI ANCHE: Varna, cosa fare e vedere nella “Perla del Mar Nero”

Chiesa di San Giorgio

Nella lista delle principali cose da vedere a Sofia spicca la Chiesa cristiana di San Giorgio, l’edificio più antico della città.

Cosa fare e vedere a Sofia, Bulgaria

Costruita in laterizio rosso con una pianta circolare, la Chiesa di San Giorgio risale all’epoca paleocristiana ed è tutt’oggi circondata dai resti dell’antica Serdica, primo nome di fondazione di Sofia. Al suo interno, a copertura della cupola, sono stati ritrovati gli affreschi di ventidue profeti.

Ex Palazzo Reale e Galleria d’Arte Nazionale

Situato in piazza Battenberg, l’ex Palazzo Reale di Sofia è oggi la Galleria Nazionale del Paese e ospita oltre 50.000 opere d’arte. Al suo interno sono custoditi esempi di arte contemporanea nonché una grandissima collezione di dipinti medievali del Paese ed oltre 4.000 icone.

DOVE DORMIRE A SOFIA: Trova tutte le offerte per alloggi

Il costo standard per l’ingresso al Museo è di 6 BGN.

Chiesa di San Nicola

La Chiesa di San Nicola testimonia la presenza di una folta comunità russa nella capitale del Paese. Costruito nello stile architettonico neo-russo, l’edificio ospita una cripta con le spoglie del santo arcivescovo Serafino.

Cosa fare e vedere a Sofia, Bulgaria

Moschea Banya Bashi

Situata accanto alla fermata della metro Serdica, la Moschea Banya Bashi è l’unica moschea ottomana di Sofia rimasta aperta al culto. Costruita nella seconda metà del 1500, il suo nome significa “molti bagni”.

blank

Curiosità! Non lontano dalla moschea Banya Bashi si trovano le fontane di acqua termale di cui Sofia è famosa fin dall’antichità.

Mercato Centrale

La tappa al Mercato Centrale (Central Market Hall) rientra a pieno titolo nella lista di cose da fare e vedere a Sofia ed è assolutamente imperdibile. Si tratta di un edificio coperto a due piani risalente ai primi anni del ‘900 che oggi ospita numerose botteghe di alimentari, abbigliamento, souvenir e street food.

Cosa fare e vedere a Sofia, Bulgaria

Ponte delle Aquile e Ponte dei Leoni

Il Ponte delle Aquile e il Ponte dei Leoni sono particolari strutture che attraversano due torrenti che scorrono nel centro di Sofia.

DOVE DORMIRE A SOFIA: Trova tutte le offerte per alloggi

Il Ponte delle Aquile attraversa il Perlovska, ha una struttura ad arco ed è caratterizzato da quattro obelischi sulla cui cima sono poste quattro aquile.

blank

Il Ponte dei Leoni, invece, attraversa il Vladaya ed è caratterizzato da quattro statue in bronzo raffiguranti uno degli animali simbolo della città.

LEGGI ANCHE: Trekking ai Sette Laghi di Rila, tutto quello che devi sapere

Curiosità! Uno dei leoni in bronzo ed una delle aquile compaiono sul retro della banconota bulgara da 20 lev.

Old roman wall (muro romano)

Nonostante il nome possa far credere che si tratti di un reperto risalente al tempo romani, l’old wall è un monumento architettonico dell’era ottomana, parte di un edificio islamico eretto tra il XVI e il XVII secolo.

blank

L’antico muro si trova nel quartiere di Lozenets accanto ad un mercatino alimentare di botteghe e street food.

Chiesa di Sedmochislenitsi

Situata nel cuore di Sofia, al centro di un triangolo costituito dallo Stadio Nazionale, dal Teatro Nazionale Ivan Vazov e dal Palazzo Nazionale della Cultura, la Chiesa di Sedmochislenitsi (chiesa dei Sette Santi) è un edificio ortodosso che, un tempo, rappresentava la Moschea Nera ottomana.

blank

Come spostarsi a Sofia e come arrivare dall’aeroporto al centro città

I sempre più numerosi voli diretti e low cost che collegano Sofia ai principali aeroporti italiani hanno fatto sì che la capitale della Bulgaria divenisse una meta prediletta per viaggiatori in cerca di un weekend fuori porta o una fuga in qualche capitale europea.

DOVE DORMIRE A SOFIA: Trova tutte le offerte per alloggi

Se state programmando un itinerario di 7 o 10 giorni in Bulgaria sappiate che il miglior modo per spostarsi nel Paese è il noleggio di un’auto. Al contrario questo non vale se, invece, la vostra idea è quella di trascorrere due o tre giorni soltanto a Sofia. La metropolitana e gli autobus, infatti, sono regolari e servono agevolmente ogni punto della città.

blank

L’aeroporto internazionale di Sofia è collegato al centro città dalla metro. La fermata si trova al Terminal 2 ed il costo del biglietto, che può essere acquistato direttamente all’ingresso (solo in moneta – no carta di credito) è di 1,60 BGN.

LEGGI ANCHE: Visita al Monastero di Rila, tutto quello che devi sapere

Nota Bene! Se non disponete di contanti, accanto alla macchinetta dei biglietti è presente un ATM dove è possibile prelevare in moneta locale.

Veronica Crocitti