Dalla granita alla cassata, dalla pasta con le sarde alla focaccia messinese. Cosa mangiare in Sicilia: i migliori 15 piatti tipici.


La Sicilia è una terra di gusto, un’isola in cui la cucina non è mero diletto ai fornelli ma una vera e propria cultura che ha radici lontanissime e che si tramanda di nonna in nipote come un tesoro da conservare.

Trova tutte le offerte per alloggi in Sicilia

COSA MANGIARE IN SICILIA

Si parte da una regola base: in Sicilia, il cibo rappresenta il punto cardine su cui si fondano famiglie, amicizie, relazioni. Ecco perché, ovunque voi andiate nella solare Trinacria, troverete sempre tavole imbandite a nozze, odori di “mulinciane fritte” fin dalle prime luci dell’alba, vini rossi e bianchi pronti ad accompagnare allegramente ogni squisita pietanza. 

LEGGI ANCHE: Le migliori 15 spiagge della Sicilia

Se vi state domandando quali siano i piatti tipici della tradizione e le cose assolutamente da mangiare in Sicilia, ecco che giungo in vostro aiuto e vi lascio la lista delle migliori 15 pietanze… rigorosamente selezionate da una siciliana doc come me!

Pane e Panelle (Palermo)

E’ il must di Palermo, lo street food che ogni turista ha l’obbligo di assaggiare. Si tratta di frittelle di ceci (rotonde o rettangolari) che vengono servite in mezzo alle Mafalde (tipici panini con semi di sesamo sulla superficie). 

Panelle

Panelle

Focaccia messinese

E’ una delle specialità in riva allo Stretto. A Messina, la focaccia viene servita in diversissimi gusti ma la “focaccia tradizionale” ha degli ingredienti ben precisi: acciughe, pomodori, scarola e tuma (tipico formaggio). 

Granita siciliana

Diffidate dalle imitazioni italiane, quali grattachecche e quant’altro. La vera granita è solo siciliana. Difficile scegliere una città migliore delle altre in cui gustare questa prelibatezza, ma di certo posso consigliarvi la “mezza con panna” a Messina (granita caffè e panna), le granite fruttate a Taormina, quella di gelsi a Marina di Ragusa e quella al gusto di pistacchio DOP di Bronte

Cioccolato (Modica)

Non ha sicuramente bisogno di presentazioni e, tra le cose da mangiare in Sicilia, merita di certo un posto d’onore. Il cioccolato di Modica si produce esattamente a Modica, perla barocca della provincia di Ragusa. Assolutamente da provare le varianti all’arancia, alla cannella ed al limone.

LEGGI ANCHE: Itinerario tra i luoghi del Commissario Montalbano

Pignolata (Messina)

Tipico dolce “bianco e nero”, la pignolata ha l’aspetto di piccole pigne ricoperte di glassa bianca (al limone) e nera (al cioccolato). Una curiosità? A Galati Mamertino, piccolo comune sui Nebrodi, si mantiene ancora la tradizione della pignolata glassata col miele.

Pignolata

Pignolata

Cassata (Palermo)

La cassata è uno dei dolci più amati della tradizione siciliana, le cui origini affondano nella città di Palermo. Si tratta di una torta il cui esterno è caratterizzato da una dolcissima glassa di zucchero dal tipico colore verde mentre l’interno è a base di ricotta con gocce di cioccolato. Così come per la granita, anche per la cassata diffidate da qualsiasi imitazione.  

Cassate

Cassate

Cous Cous (San Vito Lo Capo)

Piatto leggero e tipico della Sicilia Occidentale, il cous cous deriva direttamente dalla cultura africana. San Vito Lo Capo, gioiello di Trapani, ospita ogni anno il Festival Internazionale del Cous Cous.

Arancini e Pidoni (Messina)

Insieme alla focaccia, arancini e pidoni completano il pasto del tipico sabato sera messinese tra amici e parenti. Gli arancini sono dei “coni” di riso impanati e fritti (alti circa 10 cm) e farciti con ragù, piselli e caciocavallo. I pidoni, invece, sono dei rustici a forma di mezzaluna che possono essere fritti o al forno. Quelli tradizionali contengono scarola, tuma e acciughe. 

Cannoli 

I cannoli sono un altro must dolciario della Trinacria per cui vale il detto: “diffidate dalle imitazioni”. La cialda dei cannoli è caratterizzata da una pasta fritta le cui dimensioni possono variare di volta in volta, anche se esistono principalmente due categorie: i cannolicchi che raggiungono al massimo i 6 cm ed i cannoli propriamente detti che possono arrivare anche a 15-20 cm. Il ripieno è tipicamente a base di ricotta di pecora anche se esiste la variante “nera”, al cioccolato.

Curiosità! Per i siciliani il cannolo, per antonomasia, è solo e soltanto quello alla ricotta. 

Pane Cunzato (Eolie)

Tra le cose da mangiare nelle Isole Eolie della Sicilia spicca il pane cunzato, tipico piatto della tradizione. Il pane (pagnottona di sesamo o grano duro) viene “cunzato” (condito) con tonno, mozzarella, pomodoro, basilico, capperi, olio. Ci sono varianti anche con acciughe, cipolle e peperoncino. 

LEGGI ANCHE: Il polpo all’eoliana: la ricetta

Pane Cunzato

Pane Cunzato

Parmigiana (Sicilia)

La parmigiana è uno tra i più amati piatti tipici della Sicilia a base di melanzane fritte e gratinate al forno. La pietanza è caratterizzata da strati di passata di pomodoro, melanzane, formaggio (solitamente pecorino siciliano), con l’odore immancabile del basilico fresco.

LEGGI ANCHE: Itinerario on the road in Sicilia

Zibibbo di Pantelleria

Tipico vinello dolce DOC, lo Zibibbo (il cui nome deriva dall’arabo e significa “uvetta”) viene prodotto nell’isola di Pantelleria, in provincia di Trapani. La sua pratica agricola di coltivazione è stata dichiarata Patrimonio dell’Unesco.

Malvasia delle Lipari

Anche la Malvasia delle Lipari è un vinello dolce DOC. Prodotto esclusivamente nelle Isole Eolie, esso è ideale per accompagnare i dolci. A Messina si usa berlo con ‘nsuddi e piparelli (tradizionali biscotti secchi).  

'Nsuddi (a destra) e Piparelli (a sinistra)

‘Nsuddi (a destra) e Piparelli (a sinistra)

Pasta alla Norma (Catania)

La pasta alla norma è un primo piatto tipico della cultura siciliana a base di pomodori, melenzane e basilico. Quando viene servita, essa è sempre accompagnata da una grattugiata di ricotta salata. 

Pasta con le sarde (Palermo)

Anche la pasta con le sarde è un primo piatto tipico della cultura siciliana, in particolare della zona occidentale (Palermo e zone limitrofe). Gli ingredienti principali sono sarde, pomodoro e finocchietto. 

Veronica Crocitti