Mascherine, coriandoli, carri allegorici e tanto tanto divertimento. Il Carnevale è una delle feste più colorate dell’anno, amatissima in tutto il mondo sia dai grandi che dai più piccoli. Le sue radici affondano in un lontano passato, ai tempi delle dionisiache greche o dei saturnali romani, quando il bisogno di caos e rottura con l’ordine quotidiano esplodeva in feste scherzose e pittoresche.

Con l’avvento del cristianesimo queste cerimonie hanno iniziato ad incanalarsi nella tradizione religiosa andando a rappresentare il “carnem levare” (eliminare la carne), ossia i giorni precedenti l’inizio del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima. Il Giovedì Grasso e il Martedì Grasso hanno così finito per rappresentare l’inizio e la fine dei festeggiamenti carnevaleschi.

Trova tutte le offerte per alloggi a Venezia

Durante questo periodo di festa, le strade vengono invase da carri allegorici, coriandoli, stelle filanti, musica, balli e mascherine di ogni genere e sorta. Da Nord a Sud, da Est a Ovest, andiamo a scoprire quali sono le feste di Carnevale più celebri in Italia e nel mondo.

CARNEVALE DI VENEZIA

Il Carnevale di Venezia è una delle manifestazioni carnevalesche più conosciute in Italia e nel mondo intero. La sua nascita ufficiale risale ad un editto del 1296 quando il Senato della Repubblica stabilì che il giorno precedente la Quaresima dovesse essere festivo. E’ comunque certo che questo periodo interamente dedicato al divertimento e ai festeggiamenti dovesse risalire a decenni prima, quando la Serenissima volle “livellarsi” allo sfarzo della Roma Antica concedendo alla popolazione giornate di puro svago. L’unica regola non scritta? Indossare maschere e costumi per mantenere l’anonimato e abbattere tutte le differenze sociali.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Venezia: itinerari a piedi

Tra le mascherine più diffuse a Venezia spiccava quella di Baùta, caratterizzata da una “larva” bianca sotto un tricorno nero ed un mantello scuro, il tabarro.

Dopo un’interruzione di circa due secoli (dalla caduta della Repubblica di Venezia al 1979), il Carnevale di Venezia è rinato dalle sue ceneri divenendo tra i più pittoreschi e apprezzati al mondo. Ogni anno sono migliaia i turisti che invadono il Capoluogo del Veneto colorando piazze, vie e canali del centro.

CARNEVALE DI VIAREGGIO

Nato nel 1873, il Carnevale di Viareggio è il fiore all’occhiello di tutta la Toscana. A caratterizzare questa pittoresca manifestazione è il tema satirico e politico che sta alla base di tutti i travestimenti, le maschere e i carri di cartapesta (fatti con acqua, colla, gesso e carta).

Trova tutte le offerte per alloggi a Viareggio

Durante le giornate di festa, i carri sfilano tra le vie del centro acclamati da una scia di cittadini e turisti. Tutto il periodo di Carnevale è caratterizzato da veglioni e cerimonie, mentre nei cinque rioni cittadini si assiste alla celebrazione di carri amatoriali, street food e manifestazioni varie (Rioni del Carnevale di Viareggio).

CARNEVALE DI IVREA

Lo storico Carnevale di Ivrea, città del Piemonte, si svolge all’interno di una tradizione storico-leggendaria che rievoca cerimonie antiche, come quella della Battaglia delle Arance, e le unisce ai riti carnevaleschi più classici.

Le origini del Carnevale d’Ivrea risalgono al XVI secolo. All’epoca si trattava di diverse manifestazioni messe “in scena” da ogni rione (l’uno contrapposto all’altro) della città. Soltanto nel 1808 queste diverse cerimonie furono riunite per volere delle autorità napoleoniche… con la conseguenza che, proprio in questi anni, nacque la figura carnevalesca del Generale, l’autorità costituita.

Trova tutte le offerte per alloggi a Ivrea

Durante le giornate di Carnevale, i carri di Ivrea sfilano affianco a gruppi folcloristici e bande musicali. I momenti clou dell’evento sono quelli del passaggio della Mugnaia, l’eroina della festa che sfila su un carro dorato indossando una veste bianca ed una fascia verde con la coccarda rossa, dell’Abbrucciamento degli Scarli (vengono infiammati degli arbusti posti a base di scarli messi nelle piazze principali) e della celebre Battaglia delle Arance.

 

La Battaglia delle Arance si svolge nei giorni della domenica, del lunedì e del martedì grasso (sempre e solo di pomeriggio) e rappresenta il vero fiore all’occhiello di tutto il Carnevale di Ivrea. Essa avviene nelle piazze principali e vede contrapposti i carri trainati da cavalli, con a bordo gruppi di 10 o 12 aranceri, e le squadre che stanno a terra. Il tutto avviene sotto l’occhio vigile di una commissione speciale.

CARNEVALE DI ACIREALE

Il Carnevale di Acireale, nella provincia di Catania, è uno tra i più pittoreschi ed antichi della Sicilia. Le sue radici risalgono ai tempi dei saturnali romani, quando era tradizione far satira sui potenti attraverso maschere e allegorie.

Trova tutte le offerte per alloggi ad Acireale

A caratterizzare questa straordinaria manifestazione sono due diverse tipologie di carri, quelli grotteschi in cartapesta e decorati con centinaia di lampadine e luci di ogni sorta, e quelli infiorati.

Tra le maschere più celebri spiccano quella dell’Abbatuzzu (con grandi parrucche bianche in testa e ricchi abiti di Damasco), dei Baruni, dei Manti (con grossi mantelli di seta nera, simili ai Baùtta di Venezia) e dei Domino.

Durante il periodo di festa, i carri sfilano nel centro barocco a partire da Piazza Duomo, circondati da bande musicali, bancarelle gastronomiche e giostre itineranti.

CARNEVALE DI RIO

Il Carnevale di Rio de Janeiro è forse la manifestazione carnevalesca più celebre al mondo. Essa si svolge annualmente nella seconda città del Brasile e (forse non tutti lo sanno) è gemellata con il Carnevale d’Europa di Cento (in provincia di Ferrara).

Trova tutte le offerte per alloggi a Rio de Janeiro

Le origini del Carnevale di Rio risalgono all’800 quando la cultura delle feste mascherate parigine venne importata anche nella cittadina brasiliana. Fu a partire da quegli anni che, pian piano, iniziarono a costituirsi le cordões (gruppi di persone che sfilavano in strada suonando e ballando) e poi dei blocos (gruppi di persone legate ad un quartiere che sfilano con tamburi e vestono abiti a tema carnevalesco).

A caratterizzare il Carnevale di Rio è la componente del ballo. Le parate che si susseguono nelle strade sono difatti organizzate dalle principali scuole di samba della città e durano ben quattro notti! Si tratta di una vera e propria competizione che, alla fine, conta vincitori e… sempre e solo vincitori!

Veronica Crocitti