Dal Parco Tsavo al Lago Amboseli: ecco un itinerario imperdibile per un safari in Kenya di 4 giorni, nel cuore dell’Africa.


Ammirare elefanti, leoni e altri animali selvaggi dal vivo, in un paesaggio che fonde a perfezione savana, laghi e rilievi montuosi, è un’esperienza da vivere almeno una volta nella vita. Se avete deciso di partire per l’Africa, la vostra prima scelta dovrebbe essere un safari in Kenya. Questo Paese dell’Africa orientale è ricco di riserve naturali da esplorare, come il Parco Nazionale dello Tsavo e il Parco Nazionale di Amboseli.

Safari Kenya itinerario 4 giorni

Di norma, un safari può richiedere 10 giorni. Tuttavia, se non riuscite a liberarvi per così tanto tempo dal lavoro, potete optare per una soluzione più breve. Di seguito, vi propongo un itinerario di 4 giorni organizzato da Safari Kenya 360 che tocca le maggiori attrazioni del Kenya e alcuni consigli per vivere al meglio quest’esperienza.

LEGGI ANCHE: Itinerario in Kenya di 10 giorni

Safari in Kenya di 4 giorni: itinerario consigliato

Per scoprire tutte le curiosità sul continente africano, è meglio affidarsi a un tour operator con guide locali che parlano italiano, proprio come Safari Kenya 360. Con il team di Ziro Epson, potrete partecipare a un safari in Kenya organizzato per filo e per segno. Potrete accedere ai game drive due volte al giorno (mattina e sera) su comodissime Jeep 4×4 e, dopo una giornata alla scoperta degli animali, potrete dormire in lodge e campi tendati di alta qualità all’interno dei parchi. Se volete saperne di più, potete contattarli:

  • Via Email: safarikenya360@yahoo.com oppure info@safarikenya360.com;
  • Cellulare/via whatsapp al numero +393245841708.

Intanto, vediamo insieme l’itinerario di 4 giorni e 3 notti per il safari in Kenya che fa tappa al Parco Nazionale dello Tsavo Ovest, al Parco Nazionale di Amboseli e al Parco Nazionale dello Tsavo Ovest.

Giorno 1 e 2: Parco Nazionale dello Tsavo Ovest

Il safari in Kenya di 4 giorni può iniziare subito all’arrivo all’aeroporto di Mombasa oppure con partenza da Watamu. Il primo giorno e metà del secondo sono dedicati alla scoperta del Parco Nazionale dello Tsavo Ovest. Questa parte della riserva naturale nel Deserto del Taru è ricca di verde e di pareti rocciose. Infatti, tra i Big 5 (leoni, leopardi, bufali, rinoceronti ed elefanti), si avvistano soprattutto leopardi, che in altre zone dell’Africa sono rari. Per i più temerari c’è anche la possibilità di partecipare a un safari notturno, oltre a quello mattutino e pomeridiano.

LEGGI ANCHE: Migliori escursioni da fare in Kenya

L’alloggio previsto per la prima notte è il Ngulia Safari Lodge, una struttura bellissima con veduta su tutto il parco.

Giorno 2 e 3: Parco Nazionale di Amboseli

Il Parco Nazionale di Amboseli è una delle chicche del Kenya. Questa riserva naturale è dotata di un fascino unico perché al suo interno si fondono diversi ecosistemi naturali. Si passa dalle zone aride della savana all’umidità del grande Lago Amboseli e del fiume Galana, il fiume più lungo del Kenya, fino al profilo massiccio del monte Kilimanjaro, che raggiunge i 5895 m. Proprio in questo punto, parte un safari molto particolare, in mongolfiera: un’esperienza unica messa a disposizione dal team di Safari Kenya 360.

blank

Inoltre, per scoprire la cultura della zona, nel Parco Nazionale di Amboseli si possono visitare i villaggi dei Masai.

Scopri tutto sui Masai

Safari Kenya 360 ha una partnership con Kibo Safari Camp, Kilima Safari Camp, Sentrim Safari Camp e AA Safari Camp, campi tendati dotati di comfort e sicurezza. Tra questi, la struttura per il pernottamento della seconda notte viene scelta in base allo spostamento degli animali nelle zone del parco e alla disponibilità delle camere.

Giorno 3 e 4: Parco Nazionale dello Tsavo Est

Il pomeriggio del terzo e tutto il quarto giorno sono dedicati all’esplorazione della zona est del Parco Nazionale dello Tsavo, nota per gli avvistamenti dei rari elefanti rossi e per le sue bellissime cascate.

LEGGI ANCHE: Migliori 7 cose da fare e vedere in Kenya

La terza e ultima notte, il pernottamento avviene nel Sentrim Tarhi Camp o nel Voi Safari Lodge. Tra accesso gratuito a Internet, piscina e pasti compresi, non manca proprio niente in queste strutture per rilassarvi.

blank

Cosa portare per un safari in Kenya di 4 giorni

Se volete partecipare a un safari in Kenya, dovete sicuramente pensare in anticipo a cosa portare. Dunque, ho pensato di darvi qualche consiglio su cosa mettere in valigia per quest’esperienza.

Per il safari della mattina, dovreste portarvi una t-shirt con pantaloni corti con colori chiari e scarpe comode. Come accessori, potete aggiungere occhiali da sole, cappello o bandana, così non soffrirete il caldo e allo stesso tempo non attirerete gli animali.

Safari Kenya itinerario 4 giorni

Nella savana c’è una forte escursione termica, quindi la sera fa più fresco. Per il safari del tramonto vi consiglio di mettervi una maglia a maniche lunghe con sopra una felpa leggera e pantaloni lunghi, abbinati a scarpe comode.

Aggiungete macchina fotografica, caricabatterie per cellulare, medicine, crema solare, repellente per zanzare, torce e adattatore di corrente per prese inglesi a tre lamelle e sarete pronti a partire per il vostro safari in Kenya!