Dalla Tour Eiffel al Louvre, passando per i Jardin du Luxembourg: ecco le 15 cose da fare e vedere a Parigi, la Capitale della Francia.


“Ci sono solo due posti al mondo dove possiamo vivere felicemente: a casa e a Parigi“. Ernest Hemingway adorava la sua città, i suoi boulevard romantici, i suoi odori di baguette e dolci appena sfornati. Parigi è una città che ti entra nel cuore, in un solo sguardo, e non ti lascia mai più. Te la porti dentro per sempre, questa Paris che ha dato i natali a scrittori, artisti, fisici, illuminati. Con i suoi musei, i suoi giardini, la tranquilla Senna, le luci rosse di Pigalle, i vecchi librai, i canali, i lucchetti di chi si dichiara amore eterno, i baci lasciati sulla tomba di Oscar Wilde… Parigi è un sogno tutto da vivere e custodire per sempre nell’anima.

DOVE DORMIRE A PARIGI: Trova tutte le offerte

COSA FARE E VEDERE A PARIGI

Per visitare bene la Città dell’Amore occorrono almeno 4 giorni pieni tante sono le attrazioni e i musei da visitare. Dopo avervi spiegato come muovervi in città, in questo post vi lascio la lista delle 15 cose “assolutamente da fare e vedere a Parigi”… ben consapevole del fatto che non basterebbero comunque libri interi per raccontarne la storia.

1. Giro sulla Senna

E’ il fiume cuore di Parigi, che si estende per più di 770 chilometri abbracciando gran parte dell’Ile de France e della Normandia. La Seine Parisienne è attraversata da ben 32 ponti, tra cui il più antico è il Pont Neuf. E’ lui che, da sempre, è stato immortalato da artisti, scrittori, sceneggiatori, come il ponte romantico di Paris. Tra la riva destra (Droit) e la riva sinistra (Gauche) si trovano bancarelle, ristoranti galleggianti, caffetterie, panchine, imbarcazioni. Vi consigliamo un giro in bateau per assaporarne l’essenza. 

LEGGI ANCHE: Trovare lavoro a Parigi: la storia di Serena

2. Pic-nic ai piedi della Tour Eiffel

E’ il simbolo di Parigi per antonomasia e sorge sugli Champs de Mars, una piazza d’armi più “vecchia” della Torre di 140 anni. La Tour Eiffel vide la luce il 31 marzo del 1889, in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi. Da allora è una delle mete turistiche più visitate al mondo. Con i suoi 324 metri di altezza, essa domina su tutta la città. E’ possibile salire fino ad una certa altezza e, se si vuole, godere anche di un pranzo/cena con bella vista in uno dei ristoranti che si trovano al primo o al secondo piano. Se volete essere invece più “autoctoni”, vi consigliamo un pic-nic nel verde degli Champ de Mars. Una volta terminato, potrete visitare il Trocaderò, subito alle spalle della Torre, raggiungibile con una maestosa gradinata. Curiosità? La Tour Eiffel è uno dei monumenti parigini che, di notte, si illuminano mostrando uno spettacolo affascinante e indimenticabile.

DOVE DORMIRE A PARIGI: Trova tutte le offerte

3. Ammirare Pigalle, il quartiere a “luci rosse”

Basta metter piedi fuori dalla stazione metro di Pigalle per esser catapultati nella Parigi che non ti aspetti. Il quartiere sorge ai piedi di Montmarte, lungo il boulevard de Clichy, ed è una delle zone più caratteristiche della città. Rinomato per i suoi sexy-shop e i locali di spettacoli a luci rosse, Pigalle è un mondo tutto da esplorare. Celebre più che mai il Moulin Rouge, punto di ritrovo della Parigi notturna, ma anche il Museo dell’Erotismo. Curiosità? Gli amanti di Amelie Paulein potranno ritrovare in un viottolo di Pigalle, a Rue Lepic 15, il celebre bar Cafe des Deux Moulins!

LEGGI ANCHE: Come organizzare un pellegrinaggio a Lourdes

4. Perdersi nel Louvre

E’ più facile di quanto immaginiate, tanto il Museo del Louvre è grande. Dalla Piramide di Vetro che accoglie i visitatori ai corridoi infiniti, dalle statue più celebri della storia agli affreschi di ogni epoca, questo “gioiello” è uno dei luoghi da visitare almeno una volta in tutta la vita. Una volta entrati, non vorrete uscire più. La Gioconda di Leonardo Da Vinci vi affascinerà col suo sorriso enigmatico, la Nike di Samotracia vi farà rievocare libri di storia dell’arte e antichità, la Venere di Milo vi ammalierà con il suo marmo pario. E poi ancora la Vergine delle Rocce (L. Da Vinci), Le Nozze di Cana (Paolo Veronese), il Codice di Hammurabi, la Morte della Vergine (Caravaggio), Amore e Psiche (Antonio Canova), il Giuramento degli Orazi (JJ David), l’Emafrodito dormiente (Gian Lorenzo Bernini). Alle spalle del Louvre si estendono i magnifici Jardin des Tuileries dove potrete passeggiare e godere della tranquillità del verde, a due passi dalla Senna. Sempre accanto al Louvre, troverete il Palais Royal e, continuando per Avenue de l’Operà, giungerete all’Operà de Paris, uno degli edifici più belli al mondo.

DOVE DORMIRE A PARIGI: Trova tutte le offerte

5. Tour dei Musei

Parigi è, senza dubbio, città d’arte e musei. Oltre al celeberrimo Louvre, qui trovano collocazione “palazzi di cultura” senza eguali. Innanzitutto il Museo d’Orsay, che sorge proprio sulla riva della Senna e custodisce capolavori dell’impressionismo e del post-impressionismo. Capifila Monet, Manet, Renoir e Degas. Altro museo imperdibile è quello di Picasso, nel quartiere Marais, dedicato interamente alle opere di Pablo Picasso. Per gli amanti, consigliamo anche il Museo Rodin, non lontano dall’Hotel des Invalides (da visitare!), il Museo dell’Erotismo (a Pigalle), il Museo del Profumo, in rue Scribe nel 9° arrondissement, il Museo Carnavalet in rue de Sévigné, il Museo delle Belle Arti (nel Petit Palais).

6. Sentirsi un po’ Miserabili davanti alla Cattedrale di Notre Dame

E’ uno dei simboli della storia e della cultura parigina, nonché una delle cose assolutamente da vedere a Parigi. La Cattedrale di Notre-Dame affascina per le sue guglie altissime, le sue 28 statue che rappresentano i re di Giudea e Israele, i suoi 3 costoni, l’immensità dell’interno che può contenere fino a 6mila pellegrini. Con le chimere che osservano dall’alto della facciata ed i gargouilles che ghignano dai doccioni, Notre Dame (la Nostra Signora) è uno dei posti che più rappresentano Parigi.

7. Visitare Montmartre

E’ il borgo parigino per eccellenza, che domina la città dalla sua posizione strategica rialzata. In cima alla collina del Sacré Coer si snodano viottoli pieni di artisti di strada, botteghe, mercatini. Che sia giorno o sera, a Montmartre troverete sempre vita. Sulle scalinate della maestosa Basilica, ci sarà sempre qualcuno con una chitarra in mano, danze e canti. Vi consigliamo di raggiungere la zona a piedi, partendo dal quartiere Pigalle.

LEGGI ANCHE: Itinerario in Provenza tra i colori della Lavanda

8. Passeggiare nei Jardin du Luxembourg

Tra le cose da vedere a Parigi spiccano tutti gli spazi verdi, curatissimi, veri gioielli di natura. I Jardin du Luxemburg ne sono un esempio. Sorgono proprio alle spalle della Sorbonne, a due passi dal Cimitero di Montparnasse  e dall’Osservatorio. Agli amanti dei parchi consigliamo anche il Parc des Buttes-Chaumont (tra i più belli della città), il Bois de Boulogne e il Bois de Vincennes con la visita allo Chateau di Vincennes. 

9. Shopping sugli Champs-Elysée

E’ l’arteria più famosa di Parigi, che si estende dall’Arco di Trionfo alla Place de la Concord per quasi 3 chilometri. E’ questo il centro attivo della città, che ospita negozi di tutti i generi, ristoranti, bar, attrazioni ed è il luogo dove, annualmente, si celebra la parata del 14 luglio, il Capodanno e le vittorie sportive. Lungo gli Champs-Elysées troverete anche il Grand e il Petit Palais, che ospita il Museo delle Belle Arti di Parigi (chiamato anche il Petit Louvre).

DOVE DORMIRE A PARIGI: Trova tutte le offerte

10. “Salto” all’Ile de la Cité 

In mezzo alla Senna, nel cuore di Parigi, sorge la celebre Ile, uno dei luoghi assolutamente da vedere. Al suo interno, oltre alla celebre Notre Dame, sorgono tra i monumenti più famosi. Da visitare la Chiesa di Sainte-Chapelle, la Conciergerie, il Marché aux Fleurs et Oiseaux. Il consiglio? Raggiungere l’isola attraverso il Pont Neuf, il più antico della Senna.

11. Salire in cima all’Arc de Triomphe 

Situato nella Place Charles de Gaulle, è uno dei monumenti simbolo di Parigi. Dai suoi 50 metri di altezza, avrete la possibilità di ammirare 12 tipici boulevard, nonché tutti gli Champs-élysée, Place de la Concorde e il moderno quartiere del La Defense.

52

Quartiere moderne La Defense

12. Immergersi nel silenzio del Cimitero di Pere-Lachaise

La Cite des Morts (la città dei morti) è il cimitero più visitato al mondo, il più celebre forse. Da Oscar Wilde a Chopin, da Jim Morrison a Edith Piaf, da Vincenzo Bellini a Gioacchino Rossini, fino a Amedeo Modigliani, sono tantissimi i personaggi famosi della storia che hanno scelto Pere-Lachaise come loro ultimo viaggio. Il silenzio che assorbe la “città dei morti” è quasi surreale.

LEGGI ANCHE: Avignone, 5 cose da fare e vedere

54

Tomba Oscar Wilde – Cimitero Pere-Lachaise

13. Visitare la Cripta del Pantheon

E’ il “tempio della ragione” e sorge nel cuore del Quartiere Latino, nell’omonima Piazza. Qui sono custodite le tombe degli scrittori Victor Hugo, JJ Rousseau, Emile Zola, Alexandre Dumas e Voltair. Una curiosità? La cupola del Pantheon venne utilizzata da Leon Foucault per dimostrare, col suo pendolo, la rotazione della terra. 

14. Scoprire la Parigi Sotterranea e le Catacombe

Si tratta di una vera e propria città underground, tra le cose assolutamente da vedere se trovate a Parigi. Gli antichi passaggi, i cunicoli e i tunnel che si snodano tra 7 arrondissement rappresentano Le Carries de Paris (le cave di Parigi). Qui si trova un cimitero che racchiude quasi 6milioni di parigini, fatto di pareti di ossa, graffiti e antiche reliquie. E’ visitabile solo nel tratto del 14° arrondissement e l’ingresso si trova in Avenue du Colonel Henry Rol-Tanguy.

DOVE DORMIRE A PARIGI: Trova tutte le offerte

Sorbonne

Sorbonne

15. Comprare un vecchio libro nel Quartier Latin

E’ il cuore storico della città, tra il 5° e il 6° arrondissement. Al suo interno si trova l’università parigina più famosa, la Sorbona. Dalla fama ormai mondiale, questo quartiere accoglie la Parigi “studiosa”. E’ qui che potrete ritrovare le tracce di Cartesio, Verlaine, Camus, Hemingway. Non esitate a visitare i viottoli, fino ad arrivare a Quai de Montebello dove potrete trovare le numerose bouquinistes che, all’ombra di Notre Dame, vi introdurranno nel mondo delle antiche stampe e dei libri usati.

Veronica Crocitti