La chiamano la “città dalle sognanti guglie” e basta un fugace sguardo tra i viottoli del centro storico per capire perché. Incastonata nella contea dell’Oxfordshire, a circa due ore di strada dalla big Londra, Oxford è una landa di terra tanto incantevole quanto unica. E’ custode della più antica università del mondo anglosassone, la Oxford University, ed ha il pregio di esser una città costruita a misura d’uomo. L’atmosfera che circonda questo piccolo e celebre borgo universitario è quasi solenne, così come il silenzio che avvolge i vari college e gli alloggi sparsi qua e là tra viottoli e parchi pittoreschi. Sembra che ogni cosa, in questo luogo, trasudi importanza. Ogni pietra, ogni albero, ogni guglia sta lì a ricordare la grande tradizione che vi si cela dietro.

Quella di Oxford è forse la più celebre Università al mondo, insieme alla rivale Cambridge. Pensate che qui hanno studiato ed insegnato grandissimi scrittori come C. S. Lewis (Le Cronache di Narnia) e J. R. R. Tolkien che insieme fondarono il gruppo dei Coalbiters. Proprio a Oxford, tra le sale del Pembroke College e la casa di Northmoor Road, Tolkien terminò Lo Hobbit e scrisse gran parte del suo capolavoro Il Signore degli Anelli.  I legami tra questa cittadina e la letteratura non finiscono comunque qui. Molti luoghi di Oxford hanno fatto da scenario alle avventure del maghetto più famoso di tutti i tempi, Harry Potter, e gli amanti della Rowling potranno qui ritrovare alcuni dei più celebri set di Hogwarts. Non meravigliatevi se, passeggiando tra le stradine dell’Università, avrete l’impressione di scorgere la piccola Ermione che si cimenta in uno dei suoi incantesimi o il mantello nero del Professor Piton o, sollevando lo sguardo al cielo, un giovane Grifondoro che si diletta con la nuova Nimbus…

COSA VEDERE. Il centro storico di Oxford non è grande ed è facilmente visitabile in un paio di ore. E’ qui che si trova l’Università, con i suoi 38 collegi, gli alloggi e i dipartimenti. Se siete arrivati in treno, il vostro giro potrà cominciare dalla stazione di Oxford, accanto cui si trova anche un ampio posteggio. A pochissima distanza sorge il Castello di Oxford, ingresso naturale al centro storico. Da lì, proseguendo verso la Queen Street, passerete dal Mercato Coperto e, percorrendo la High Street, giungerete alla storica Chiesa Universitaria di Santa Maria Vergine (University Church of St. Mary the Virgin).

A questo punto vi consiglio di prendere la piccolissima stradina che fiancheggia la Chiesa, la Oriel Street, e “immergervi” nel cuore dell’University College. L’ingresso che troverete è stranissimo, una porta in grate di ferro a cui è possibile accedere solo per volta (è normalissimo trovare fila!). Superatela e, a questo punto, lasciatevi trasportare dalla magia di quello che si presenterà dinnanzi ai vostri occhi. La perfezione dei prati e degli edifici vi lascerà incantati.

Lungo la Merton Street sorgono la Cappella del Merton College e, oltre, si apre il Parco Merton Field. Accanto ad esso sorgono i Giardini Botanici dell’Università, mentre dinnanzi si erge maestosa la Christ Church Cathedral (Cattedrale di Cristo), cappella del Collegio. Una volta terminato il vostro giro all’interno dell’University, potrete quindi tornare verso la Chiesa Universitaria di Santa Maria Vergine e continuare verso le altre meraviglie della città.

La Radcliffe Camera e la celebre Bodleian Library (una delle più antiche biblioteche pubbliche del mondo moderno), sorgono proprio alle spalle. Le ritroverete, una di seguito all’altra, lungo la Catte Street. E’ qui che si staglia anche il famoso Ponte dei Sospiri, sotto cui passerete per poi ritrovarvi nella Broad Street, tra le vie principali.

Qui sorge invece lo Sheldonian Theatre con dinnanzi la Biblioteca Weston ed il Trinity College. Proseguendo sulla Broad Street troverete diversi negozi di souvenire e localini (fate attenzione ai ciclisti spericolati!). Svoltando lungo la Magdalen giungerete infine all’Ashmolean Museum, il famoso museo di Oxford.

HARRY POTTER. Ad Oxford sono state girate alcune delle scene più celebri della saga di Harry Potter. La Bodleian Library appare in ben tre film del celebre maghetto della Rowling. In particolare, gli amanti della serie ricorderanno la medievale Duke Humfrey’s Library usata proprio come Biblioteca di Hogwarts. A far da scenario all’Ospedale è stata invece la Divinity School, mentre la Christ Church College è stato il “set” prediletto del primo film, quando i promettenti maghetti arrivarono ad Hogwarts salendo lungo la scalinata del XVI secolo che conduce alla Sala Grande (la Great Hall).

COME ARRIVARE. Oxford sorge nella contea dell’Oxfordshire, a circa 2 ore di macchina da Londra. E’ possibile raggiungere questa città in diversi modi: treno (la stazione è Oxford e il tragitto dura più o meno un’ora); auto (circa 2 ore); pullman. Se vi trovate a Londra, una buona soluzione potrebbe anche essere quella di prenotare un tour in giornata che vi consente di vedere, oltre ad Oxford, località come Stonehenge e Windsor. I prezzi si aggirano sui 100 euro (a seconda delle tappe) e, oltre ai trasporti, sono inclusi anche guide, ingressi e pranzo a sacco. Vi consiglio di dare un’occhiata sul sito di Get Your Guide.

Veronica Crocitti

#InViaggioConVeronica