Dalla maestosa Cattedrale al Palazzo Ducezio, dall’infiorata alla Porta Reale: cosa vedere a Noto e dintorni, perla del barocco di Siracusa.


Incastonato nell’estrema punta sud-orientale della Sicilia, all’interno della provincia di Siracusa, il comune di Noto è un vero e proprio gioiello di arte barocca.

Cosa vedere a Noto, Siracusa

Patrimonio UNESCO dal 2002, Noto è una delle mete culturali ed artistiche più amate della Sicilia. Le sue origini risalgono all’età del bronzo antico quando, sul monte Alveria, venne fondato il primo nucleo della Noto antica (Neas). Nel corso dei secoli, Noto seguì le vicende storiche dell’isola divenendo prima una colonia siracusana e poi una città alleata dei Romani. Durante le occupazioni dei Normanni e degli Aragonesi, Noto conobbe un grande sviluppo finché, nel 1693, fu distrutta dal terremoto di Val di Noto. La città venne ricostruita ad 8 chilometri dal nucleo originario, nell’esatto luogo in cui si trova oggi.

DOVE DORMIRE A NOTO: Trova tutte le offerte

Fu a partire dal secondo dopoguerra che l’interesse verso Noto ed il barocco “netino” crebbe all’interno della comunità degli studiosi. La città divenne così un centro turistico attivissimo, anche grazie alla maestosa Cattedrale riaperta definitivamente nel 2007.

COSA VEDERE A NOTO

L’aria surreale che si respira passeggiando tra le stradine e le piazze di Noto regala la sensazione di trovarsi in un luogo senza tempo. Il colore rosa/dorato domina su tutti gli edifici, così come i motivi barocchi che si collegano gli uni agli altri e definiscono l’essenza di quella che è stata chiamata la “perfetta città barocca”.

blank

Tra le principali cose da vedere a Noto spicca la maestosa Cattedrale, vero fulcro della città. La Basilica, costruita alla fine del 1600, è intitolata a San Nicolò, vescovo di Mira. Inserita tra i siti Patrimonio dell’UNESCO, la Cattedrale presenta una facciata con due torri laterali ed un interno a croce latina suddiviso in tre navate. E’ qui che si trovano alcune importanti opere quali una copia dello Spasimo di Sicilia di Raffaele Politi e diverse tele di Costantino Carasi, oltre alle spoglie mortali di San Corrado Confalonieri.

blank

Accanto alla Cattedrale di Noto si staglia il Palazzo Ducezio, in cima alla lista delle cose da vedere. Si tratta del palazzo municipio progettato nel 1746 da Vincenzo Sinatra e realizzato con una facciata a venti arcate sorrette da colonne con capitelli ionici. All’interno di Palazzo Ducezio si trova la “Sala degli specchi”, un salone che custodisce mobili in stile Luigi XV e grandi specchi.

DOVE DORMIRE A NOTO: Trova tutte le offerte

Alle spalle della Cattedrale, lungo la via in cui annualmente si svolge l’infiorata, sorge il Palazzo Nicolaci di Villadorata. Si tratta di un maestoso edificio in stile barocco caratterizzato da una serie di balconi sorretti da blocchi di pietra con le sembianze di leoni, centauri, bambini, sirene e chimere.

LEGGI ANCHE: Le 15 spiagge più belle della Sicilia

Tra le altre cose da vedere nel centro storico di Noto spiccano la Chiesa di Santa Chiara, con la torre campanaria e l’interno caratterizzato da decorazioni con stucchi e putti, la Porta Reale o Ferdinandea, simbolo dell’ingresso alla città, il Palazzo Castelluccio, tra i più importanti palazzi nobiliari di Noto, la Chiesa di San Domenico ed il Palazzo Landolina.

INFIORATA DI NOTO

L’infiorata di Noto è una delle cose più particolari e caratteristiche da vedere in città. Si tratta di un evento che si svolge ogni anno durante la terza domenica di maggio e che riesce a coinvolgere migliaia di persone provenienti dall’intera Sicilia, ma non solo. La manifestazione nacque dall’incontro tra gli artisti infioratori genzanesi e netini, circa quarant’anni fa, e da allora conobbe un successo crescente.

DOVE DORMIRE A NOTO: Trova tutte le offerte

Cosa vedere a Noto, Siracusa

L’infiorata di Noto viene allestita lungo la via Corrado Nicolaci e, ogni anno, racconta un tema diverso. Il contrasto tra i coloratissimi tappeti di fiori e la pietra dorata degli edifici è netto e crea atmosfere ammalianti.

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI NOTO

Nei dintorni del centro storico di Noto si trovano numerosissime attrazioni. Tra le principali spiccano la piccola e colorata Marzamemi, borgo dei pescatori di Siracusa, la Riserva Faunistica di Vendicari con la celebre Spiaggia delle Mosche, la Villa Romana del Tellaro, residenza dell’età tardo imperiale romana, la Riserva Naturale di Cavagrande con i laghetti, per gli amanti di trekking, e l’Eremo di San Corrado fuori le mura.

Cosa vedere Marzamemi, Siracusa, Sicilia

Se state organizzando un on the road tra le zone più belle di Siracusa, oltre ad Ortigia ed il Teatro Greco, vi consiglio una visita a Portopalo di Capo Passero (punta meridionale della Sicilia) e Palazzolo Acreide.

COME ARRIVARE A NOTO

Noto si trova in provincia di Siracusa, a circa 40 chilometri a sud dal centro città. Il modo migliore per raggiungere il comune è la macchina:

  • Dall’aeroporto di Catania (92 km): circa 1 ora.
  • Dall’aeroporto di Palermo (300 km): circa 3 ore e 30 minuti.
  • Da Siracusa (40 km): circa 30 minuti.

Veronica Crocitti