Dalla tomba di Kha alle maestose sfingi della galleria dei Re, nel piano interrato: quali sono le principali opere del Museo Egizio di Torino?  


Situato nel cuore del centro storico di Torino, a due passi da Piazza San Carlo e Palazzo Madama, il Museo Egizio è il più antico del mondo, secondo per importanza solo a quello de Il Cairo.

DOVE DORMIRE A TORINO: Trova tutte le offerte per alloggi

Il Museo Egizio di Torino sorge all’interno di un palazzo barocco, si estende per circa 12mila mq ed ospita quasi 40mila reperti che coprono il periodo dal paleolitico all’epoca copta. Di questi, quelli collocati nelle varie sale sono ben 3mila, mentre oltre 11mila sono visitabili all’interno delle Gallerie della Cultura Materiale.

blank

Se state organizzando un weekend nella magica città della Mole Antonelliana, sappiate che la visita al Museo Egizio rientra a pieno titolo nella top ten delle “cose assolutamente da fare e vedere a Torino”. In questo articolo vi lascio tutte le informazioni riguardanti i prezzi, gli orari e le principali opere da non perdere.

Museo Egizio di Torino: la visita e il percorso tra le sale

L’itinerario che si snoda attraverso le sale del Museo Egizio di Torino rappresenta un viaggio attraverso 4mila anni di storia, arte e archeologia. Spostandovi tra i quattro piani del palazzo barocco (piano interrato, primo piano, secondo piano e terzo piano) avrete la possibilità di ammirare statue, papiri, sarcofagi ed antichissimi oggetti di vita quotidiana.

Secondo Piano

La visita al Museo Egizio di Torino ha inizio al secondo piano dove si trovano quattro sale. Il periodo compreso è quello che va dall’epoca predinastica dell’Antico Regno al Medio e Nuovo Regno.

blank

Terzo Piano

L’accesso alla galleria del terzo piano è attraverso una scala che si trova accanto alla quinta sala del secondo piano. Qui si trovano le mostre temporanee.

Primo Piano

Il primo piano del Museo Egizio di Torino si compone di diverse sale e corridoi. Dal villaggio di Deir el-Medina all’epoca romana e tardo-antica, le opere che ritroverete in questa ala comprendono meraviglie quali la Galleria dei sarcofagi, la Valle delle Regine, la Tomba di Kha e i reperti dell’epoca tolemaica.

Piano Interrato

È forse l’ala del Museo che più affascina e lascia esterrefatti. Il Piano Interrato, infatti, comprende la maestosa Galleria dei Re e la Sala Nubiana del Tempio di Ellesija.

DOVE DORMIRE A TORINO: Trova tutte le offerte per alloggi

Museo Egizio di Torino: opere da vedere, prezzi, orari, informazioni

Le principali opere da vedere al Museo Egizio di Torino

Dislocate tra le sale del Museo si trovano alcune tra le più importanti opere della storia dell’arte e della cultura egizia: ecco quelle assolutamente da non perdere.

Statua di Sekhmet

La Statua di Sekhmet è la trasposizione terrestre della temibile dea Sekhmet, la più sanguinaria dell’antico Egitto. La divinità, con testa di leone e corpo di donna, fa parte di una delle più grandi collezioni al di fuori dell’Egitto e, senza dubbio, è tra le opere imperdibili del Museo Egizio di torino.

Ostrakon della Ballerina

Col termine “ostrakon” si indicavano i frammenti di vaso, o di calcare, utilizzati per prendere piccole annotazioni o per realizzare schizzi. L’ostrakon della Ballerina rappresenta uno splendido esempio di “schizzo” raffigurante una donna con una folta capigliatura ed una gonna nera nell’atto di inarcarsi in un passo di danza.

LEGGI ANCHE: I cinque luoghi più misteriosi di Torino, tra storia e leggenda

Tomba di Kha

La Tomba dell’architetto Kha e di sua moglie Merit fu scoperta nel cimitero di Deir el-Medina nel 1905. Si tratta di una delle opere più celebri del Museo Egizio che ha permesso, tra le altre cose, di approfondire la conoscenza degli studiosi sulle tecniche di imbalsamazione, sulla cosmesi, sull’abbigliamento e sul cibo della vita quotidiana durante il Nuovo Regno.

Cosa fare e vedere a Torino, Piemonte

Statua di Ramesse II

La Statua di Ramesse II raffigura uno dei faraoni più importanti dell’Antico Egitto ed è un vero e proprio capolavoro. L’opera fu scolpita per ricevere le preghiere dei sudditi in un tempio di Tebe e mostra Ramesse II seduto su un trono.

Tomba di Iti e Neferu

La tomba semi-rupestre di Iti e Neferu fu scavata nella roccia con sedici pilastri che ne delimitavano i confini. La principale caratteristica risiedeva nel fatto che tutte le pareti erano decorate da pitture e…. attualmente sono perfettamente visibili al Museo Egizio di Torino. 

LEGGI ANCHE: Musei Reali di Torino, guida alla visita e principali opere

Museo Egizio di Torino: opere da vedere, prezzi, orari, informazioni

Coppa della Dea Hathor

Con le due teste femminili circondate da fiori e stagliate su uno sfondo blu, la coppa della Dea Hathor è tra le più belle in assoluto. Da notare la presenza del fiore di loto, simbolo di vita eterna e rinascita.

DOVE DORMIRE A TORINO: Trova tutte le offerte per alloggi

La mummia predinastica

Tra le opere da non perdere al Museo Egizio di Torino, la mummia predinastica è quella che di certo vi farà sussultare. Si tratta di un adulto in posizione fetale collocato all’intero di una vasca ovale che risale a più di 5mila anni fa. La conservazione è dovuta al metodo di essicazione naturale del corpo che veniva deposto in uno scavo fatto nel deserto.

Cosa fare e vedere a Torino, Piemonte

Tomba Cappella di Maia

La cappella funeraria di Maia fu scoperta nel 1906 nella necropoli di Deir el-Medina, non lontano dalla tomba di Kha. Maia fu un’artista di quasi 3.400 anni fa. Sulle pareti della cappella, realizzate in mattoni di fango fresco e paglia, spiccano bellissime pitture a tempera a secco i cui colori sono stati ottenuti da prodotti minerali e vegetali.

La Sfinge

Collocata nel piano interrato, all’interno della spettacolare Galleria dei Re, la Sfinge del Museo Egizio di Torino rappresenta una delle opere più caratteriste. La creatura mitologica con corpo di leone e testa umana rappresentava i faraoni e le regine che, accanto all’intelligenza umana, vantavano la potenza dell’animale legato al dio Sole.

LEGGI ANCHE: Visitare la Reggia di Venaria del Piemonte: tutte le info

Le sfingi erano solitamente poste in coppia, l’una di fronte all’altra, all’ingresso di un tempio o lungo i viali processionali.

Museo Egizio di Torino: opere da vedere, prezzi, orari, informazioni

Prezzi e orari

Il Museo Egizio di Torino è aperto tutti i giorni tranne il 25 dicembre e rispetta questi orari:

  • Lunedì: 9:00 / 14:00
  • Da martedì a domenica: 9:00 / 18:30

Il prezzo standard del biglietto è di 15 euro (ridotto per over 70 e giornalisti: 12 euro). L’ingresso è gratuito per i possessori della Torino + Piemonte Card. 

LEGGI ANCHE: Cosa e dove mangiare a Torino

Come arrivare al Museo Egizio di Torino

Il Museo Egizio di Torino sorge in via Accademia delle Scienze, nel pieno centro storico della città. E’ raggiungibile:

  • Autostrada: uscita Torino Nord / Torino Sud;
  • Treno: Stazione Porta Nuova;
  • Autobus/Tram: linee 13-15-55-56-72
  • Metro: fermata Porta Nuova.

Veronica Crocitti