Tutto quello da sapere sui Musei Reali di Torino: prezzi, orari, visita e principali cose da vedere nella storica residenza dei Savoia. 


Tra le cose più belle da vedere a Torino spiccano i Musei Reali, un complesso di 55mila mq composto da antiche residenze e aree espositive che ripercorrono un’importante parte della storia d’Italia e rappresentano una splendida testimonianza del periodo barocco.

Il complesso dei Musei Reali: guida alla visita

I Musei Reali sono tra i più grandi complessi museali d’Europa e sorgono nel cuore pulsante del capoluogo piemontese, Torino. Attraverso 3 chilometri di passeggiata, 7 ettari di giardino e 30mila metri quadri di esposizioni artistiche, essi permettono di intraprendere un viaggio storico, naturalistico e culturale di grandissimo valore.

LEGGI ANCHE: Migliori 10 cose da fare e vedere a Torino

Cosa fare e vedere a Torino, Piemonte

La data di fondazione dei Musei Reali risale al 1563 quando Emanuele Filiberto di Savoia trasferì la capitale del ducato da Chambery a Torino. Nel 1600, a partire dal Palazzo Reale, la città iniziò ad espandersi seguendo uno schema ortogonale fino ad assumere le sembianze che vediamo oggi. I Savoia abitarono nel Palazzo Reale fino al 1946, anno in cui poi esso passò in mano allo Stato.

Fanno parte del complesso dei Musei Reali:

  • Palazzo Reale

  • Armeria Reale

  • Biblioteca Reale

  • Giardini Reali

  • Museo Archeologico

  • Galleria Sabauda

  • Cappella della Sindone

  • Palazzo Chiablese

Cosa vedere nei Musei Reali di Torino

Palazzo Reale

Il Palazzo Reale, edificio principale dei Musei Reali nonché primo che salta all’occhio quando si arriva in Piazza Castello, era la base della famiglia Savoia e conserva ancora oggi gli arredi e le opere d’arte originali di un tempo. Stile barocco, neoclassico e rococò si incontrano tra le maestose sale del Palazzo equilibrandosi perfettamente. Dietro all’imponente e bellissima facciata si nascondono pezzi realizzati da artisti del calibro di Juvarra e Alfieri.

DOVE DORMIRE A TORINO: Trova tutte le offerte

Le sale più belle, assolutamente da visitare, sono: la Sala del Medagliere e la Galleria del Beaumont che ospita l’Armeria Reale. Quest’ultima contiene una ricca collezione di armi e armature che abbraccia un periodo che va dalla preistoria ed arriva all’ottocento.

Cosa fare e vedere a Torino, Piemonte

Armeria Reale

L’Armeria Reale è un’enorme sala, completamente decorata con importanti opere d’arte, che ospita più di 5.000 pezzi storici provenienti da epoche storiche diverse. Il pezzo forte è il Medagliere Reale, che raccoglie la collezione di monete dell’ex monarca Carlo Alberto. Tra le armi presenti ci sono anche numerosi pezzi provenienti dalle collezioni private di vari Re d’Italia e la spada di San Maurizio, una vera e propria reliquia.

LEGGI ANCHE: Dove e cosa mangiare a Torino

Biblioteca Reale

All’interno di Palazzo Reale è presente una Scala Alfieriana che collega l’Armeria alla Biblioteca Reale, fondata da Carlo Alberto nel 1831. Era l’antica biblioteca di corte e contiene volumi acquistati da collezionisti di tutta Europa. Al suo interno sono custoditi anche una serie di disegni risalenti al periodo tra ‘400 e ‘700, come ad esempio quello raffigurante il Nucleo di Leonardo da Vinci, o il suo autoritratto, risalente al lontanissimo 1516.

Musei Reali di Torino: cosa vedere

Giardini Reali

I Giardini Reali sono un’area verde che si espande anche al di fuori del complesso museale, molto amata dai torinesi. Furono realizzati da Duparc a partire da uno dei bastioni e delimitano l’ingresso romano alla città della Mole.

DOVE DORMIRE A TORINO: Trova tutte le offerte

Museo Archeologico

Spostandosi leggermente alla destra del Palazzo Reale si trova il Museo Archeologico affacciato sull’antico teatro romano. Al suo interno sono custodite testimonianze di varie epoche storiche tra cui il prezioso Tesoro di Marengo, un insieme incredibile di oggetti d’argento dell’età romana, databili tra il III e il V secolo.

Galleria Sabauda

La Galleria Sabauda era un po’ l’area artistica privata dei Savoia. Essa custodisce opere provenienti dai maggiori artisti delle scuole europee e si trova nella parte nuova del polo museale. Al suo interno si possono ammirare dipinti di artisti classici come Duccio o Botticelli ma anche opere dell’arte fiamminga e olandese.

LEGGI ANCHE: I 5 luoghi magici e meno conosciuti di Torino

Cappella della Sindone

La Cappella della Sindone si trova all’interno del Duomo di Torino ed è stata realizzata da Guarini intorno al 1668 anche se nel 1997 fu parzialmente distrutta da un incendio. L’edificio è stato riaperto al pubblico solo nel 2008, dopo lunghe operazioni di restauro. Al suo interno è contenuta la Sacra Sindone, che viene periodicamente esposta al pubblico.

Cosa fare e vedere a Torino, Piemonte

Palazzo Chiablese

Palazzo Chiablese ospita le mostre temporanee. In base al periodo, al suo interno potrete ammirare arti, esposizioni e opere differenti. L’edificio risale al 1600 ma è stato ridisegnato nel 1753 e, di questo re-design, ne rimangono testimonianza lo scalone che porta al piano nobile e gli arredi, rimasti quelli originali di un tempo. 

Nota Bene! La visita a Palazzo Chiablese non è compresa in quella generale del complesso.

Prezzi, orari e come arrivare ai Musei Reali di Torino

I Musei Reali di Torino sono aperti dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 19.00, con l’ultimo ingresso per le visite alle ore 18.00.

LEGGI ANCHE: Visitare la Reggia di Venaria di Torino, tutte le informazioni

Musei Reali di Torino: cosa vedere

Il biglietto standard comprende l’ingresso all’appartamento dinastico del primo piano con l’Armeria Reale, la Galleria Sabauda, la Cappella della Sindone e il Museo di Antichità, e costa 15 euro. La visita a tutti i musei descritti sopra è gratuita con la Torino Card.

DOVE DORMIRE A TORINO: Trova tutte le offerte

Il complesso dei Musei Reali è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (metropolitana e pullman 4, 13, 56, 55, 15 o 13), o a piedi dalle due stazioni principali della città: Porta Susa e Porta Nuova.