Dopo avervi dato qualche consiglio su Come arrivare e dove dormire nella Ilha del Mozambico, adesso vi parlerò dei piatti tipici dell’isola e dei luoghi in cui potrete trovare del buon cibo. Se all’ora di pranzo siete alla ricerca di una pietanza locale ed economica sappiate che, nel cortile del mercato centrale, la signora Betty prepara e vende da mangiare per tutti. Un piatto costa circa 1 euro e consiste in riso o xima (polenta bianca mozambicana) con curry e fagioli insieme a pesce fritto o pollo grigliato o quello che è disponibile nella giornata. 

Trova tutte le offerte per alloggi nei dintorni

All’ora di cena invece, se volete spendere poco e mangiare come i locali, recatevi al mercato. Lì troverete ad attendervi mandioca bollita, pesce fritto, polipo fritto, banana verde bollita e pane. Ricordatevi sempre che tutti i cibi, in Mozambico, vengono rigorosamente accompagnati con un condimento piccante chiamato piripiri.

Scopri le principali attrazioni dell’Ilha del Mozambico

Specialità culinarie

Le condizioni igieniche del Mozambico non sono ottimali per cui il consiglio è quello di recarsi al mercato appena arriva il buio, non appena le signore giungono con i loro vassoi, e di scegliere sempre quelli pieni con i pezzi più nascosti. Se andate più tardi, infatti, potreste trovare ben poco da mangiare e (cosa spiacevole) la maggior parte dei cibi sarà già stato toccato. Non bisogna mai dimenticarsi che, in questi posti, l’igiene è concepita diversamente da come la si concepisce in Europa.

Specialità culinarie

I RISTORANTI MIGLIORI. Se volete assaggiare delle ottime pietanza locali, i ristoranti migliori sono: Tia Sara di una mozambicana, il bar Flor di proprietà di un italiano (vicino alla chiesa), Ancora D’ouro di proprietà di una signora svedese, Karibu (sempre vicino alla chiesa). Lungo la spiaggia troverete invece tantissime baracche che preparano e vendono prevalentemente pesce. Sul Continente annovero Casuarina e la piccola baracca di Tia Sara dove si mangia il piatto del giorno per meno di un euro. In linea di massima i locali di stranieri sono un po’ più cari, con più scelta e con qualche piatto europeo; i ristoranti locali sono invece più semplici, più economici, con meno scelta, ma ovviamente più autentici.

P.S. Se volete assaggiare cose molto buone e davvero tipiche potreste provare a farvi cucinare direttamente da una persona locale. Alcuni piatti come la calderata di mandioca con polipo fritto, matapa di morringa, apa…. nei ristoranti non si trovano!

Kyra La Snuzzi