Un luogo magico, ricco di fascino, tradizioni, luoghi e persone straordinarie. Stiamo parlando del Nepal, perla dell’Asia incastonata tra la misteriosa India a sud ed il Tibet a nord. La terra degli “ottomila”, ricca di alte vette sempre innevate come l’Everest, il Dhaulagiri e l’Annapurna. Una terra permeata dalla religione, dalle cerimonie, dai templi e dallo splendido calore e bontà del suo popolo.

Kathmandu - Nepal

Kathmandu – Nepal

Capitale del Nepal, Kathmandu, è una città pulsante le cui strade trafficate da numerosi motorini corrono lungo vecchi palazzi fatiscenti e numerosi templi. L’elettricità funziona spesso ad intermittenza, ma ciò non impedisce alla città di continuare le proprie attività, come quelle dei venditori lungo le strade che sembrano non cessare mai.

Stupenda la Durbar Square, la piazza del palazzo reale con i suoi maestosi complessi a pagoda. Merita una visita anche il palazzo della Kumari, la piccola dea vivente, che spesso si affaccia dal balcone della sua reggia dove vive quasi reclusa e protetta dagli sguardi del mondo esterno. E’ incredibilmente bello passeggiare e perdersi tra tutti i templi e tra le centinaia di persone che affollano solitamente la piazza. Pittoresco anche il quartiere “commerciale” di Kathmandu, Thamel, area dove vi sarà facile trovare alberghi, negozi, ristoranti e persino qualche locale dove concedersi una birra a fine giornata accompagnata da dei deliziosi momo, involtini di farina d’orzo cotti al vapore e ripieni di carne, patate o verdura.

Swayambhunath - Kathmandu (Nepal

Swayambhunath – Kathmandu (Nepal

Uscendo leggermente da Kathmandu, in direzione nord-ovest, è possibile visitare il tempio buddhista di Swayambhunath, o tempio delle scimmie. Gli occhi del Buddha svettano dalla cima dorata dello stupendo stupa, immediatamente al di sotto della cupola che rappresenta i 13 livelli del nirvana. Il tempio è raggiungibile sia in auto che a piedi, in quest’ultimo caso percorrendo una lunga scalinata composta da ben 365 gradini. Varie volte al giorno è possibile assistere alle cerimonie di preghiera tenute all’interno del tempio da numerosi monaci buddhisti.

Appena al di fuori del centro di Kathmandu, da non perdere è sicuramente il maestoso stupa di Boudhanath, uno dei più grandi e imponenti del Nepal con i suoi ben 36 metri di altezza. Il sito è frequentato da numerosi turisti ma anche da molti monaci e fedeli, i quali camminando in senso orario intorno allo stupa, sono soliti far girare le ruote di preghiera, creando un’atmosfera molto coinvolgente. Aspettate se possibile il tramonto per aver occasione di scattare stupende foto ai riflessi color ocra dello stupa.

Pashupatinath - Kathmandu (Nepal)

Pashupatinath – Kathmandu (Nepal)

A pochi chilometri di distanza da Kathmandu si trova il tempio induista di Pashupatinath, adagiato sulle rive del fiume sacro Bagmati. Il sito, patrimonio dell’Unesco, è il più antico tempio induista di Kathmandu ed è stato costruito seguendo la struttura a pagoda tipica dell’architettura nepalese. Il tempio è dedicato al culto di Shiva, il distruttore e creatore.

Pashupatinath - Kathmandu (Nepal)

Pashupatinath – Kathmandu (Nepal)

Oltre alla visita al tempio, Pashupatinath è famosa per i numerosi ghat che si trovano lungo le rive del fiume, dove avvengono le cerimonie di cremazione. Seguendo le indicazioni dei Purana, i testi sacri indù, i corpi dei defunti vengono avvolti in sudari e bagnati dalle acque del fiume sacro prima di essere adagiati sulle pire funerarie. Preghiere accompagnano solitamente la cerimonia funebre, al fine di agevolare il percorso di rinascita e reincarnazione del defunto. E’ possibile assistere alle cerimonie di cremazione, basta soltanto tenersi ad una certa distanza. Il sito è inoltre frequentato da numerosi santoni o sadhu dai lunghi capelli rasta e la faccia ed il corpo pitturati di arancio e rosso, colori molto ricorrenti in Nepal.

Namasté !

Sara Garbin

Può interessarti anche “Le gemme del Nepal: alla scoperta della Valle di Kathmandu“, “India. Sulla via di Jalaisalmer, la città d’oro“, “Safari in India, il deserto del Thar a dorso di dromedario“, “Mongolia, una magica cavalcata attraverso la Valle dell’Orkhon“, “Alla scoperta di Bikaner, la perla dimenticata del Rajasthan“.