Dalla capitale La Valletta alla località di mare St Julian’s: un itinerario a Malta di 7 giorni con consigli su dove mangiare.


Situata tra la Sicilia e il Nordafrica, l’isola di Malta è una terra ricca di paesaggi incantevoli e attrazioni storiche che testimoniano l’influenza delle numerose popolazioni che qui dominarono e lasciarono la loro indelebile impronta. Se state pensando di organizzare una vacanza in questa incantevole isola, sappiate che Malta è un Paese adatto ad ogni tipo di viaggio, da quello “spiaggia e mare” a quello di divertimento, da quello romantico di coppia a quello in famiglia con bambini. Le cose da fare e vedere a Malta sono davvero tante e in questo articolo vogliamo aiutarvi a selezionarle lasciandovi un itinerario di 7 giorni, con tappe e consigli su cosa e dove mangiare.

Itinerario a Malta di 7 giorni: cosa vedere

Pur non essendo un’isola molto estesa, Malta è ricca di cose da vedere. Tra monumenti, mare e vita notturna, siamo sicuri che non rimarrete con le mani in mano durante il vostro soggiorno nel Paese!

Giorno 1: Centro storico di La Valletta

La prima tappa del vostro itinerario di 7 giorni a Malta potrebbe essere dedicato all’esplorazione del centro storico di La Valletta, riconosciuto patrimonio mondiale dall’UNESCO. Nella capitale, detta anche la città fortezza, vi consigliamo una visita alla concattedrale di San Giovanni, in cui si trovano due opere di Caravaggio e le tombe dei Gran Maestri dell’Ordine di Malta e di altri nobili. Poi, potreste passare al Palazzo del Gran Maestro, ex sede del Gran Maestro dei Cavalieri di San Giovanni, diventato oggi residenza del Presidente della Repubblica e sede del Parlamento del Paese. Al suo interno vi è una collezione di più di 5000 armi e armature tra cui quella del Gran Maestro Jean de la Valette, fondatore della città. Un’altra tappa da non perdere a La Valletta sono i giardini di Barrakka che hanno una vista panoramica su Senglea, Vittoriosa e Cospicua.

DOVE DORMIRE A LA VALLETTA: Trova tutte le offerte per alloggi

Giorno 2: M’dina e Rabat

Il secondo giorno potreste recarvi alle città antiche di Malta. M’dina, raggiungibile in 18 minuti in macchina da La Valletta, è l’antica capitale del Paese: il suo centro risale a ben 4.000 anni fa! Le principali attrazioni di M’dina sono la Cattedrale di San Paolo, risalente al Seicento, e il Palazzo Falson dove si trovano opere di Van Dyck. A Rabat, un po’ più a ovest, si trovano invece numerosi reperti di età romana. Tra questi, i più famosi sono la domus romana e le catacombe di San Paolo, dove il santo si sarebbe rifugiato dopo un naufragio.

Itinerario a Malta: consigli su cosa vedere e mangiare

Giorno 3: Marsaxlokk e Grotta Blu

L’itinerario di 7 giorni a Malta continua verso il villaggio di pescatori di Marsaxlokk, nel sud est dell’isola, dove troverete le tipiche barchette colorate. Vi consigliamo di visitare questo paese nel giorno della domenica in quanto troverete il mercato tipico. Nel pomeriggio, potreste spostarvi alla Grotta Blu: questo arco naturale si trova nella località di Wied-iz-Zurrieq.

Giorno 4: Gozo

Sull’isola di Gozo c’è un sito archeologico antichissimo conosciuto come i templi di Ggantija. Si tratta di enormi costruzioni di massi calcarei che, per le loro dimensioni, si pensava fossero stati costruiti da giganti. È possibile raggiungere Gozo con un traghetto di 45 minuti da La Valletta. Vi consigliamo di rimanere almeno una notte in questo isolotto per godervi al massimo la visita delle altre bellezze come il Santuario di Ta’ Pinu, la grotta di Calipso e le saline di Marsalforn.

DOVE DORMIRE A GOZO: Trova tutte le offerte per alloggi

Giorno 5: Comino e la Blue Lagoon

L’itinerario di 7 giorni che vi proponiamo passa anche da Comino, la pittoresca isola che sorge tra Malta e Gozo. Proprio in questa località si trova la Blue Lagoon, famosa in tutto il mondo per le acque limpide con meravigliose sfumature di colore.

Itinerario a Malta: consigli su cosa vedere e mangiare

Giorno 6: St. Julian’s

Dopo aver visitato Gozo e Gomino, potreste rientrare a Malta e recarvi a St. Julian’s. Si tratta di una delle località balneari più gettonate dai turisti con ottimi ristoranti, locali notturni e anche una delle migliori scuole di inglese: la Gateway School of English GSE. Questa scuola offre corsi per tutte le età (adulti, teenager e bambini) e di qualsiasi livello. È possibile seguire le lezioni sia in presenza sia online, il che è molto comodo per chi vuole velocemente imparare la lingua ma non può materialmente recarsi sull’isola. Consigliamo questa scuola poiché presenta un metodo di insegnamento molto particolare basato principalmente sul coinvolgimento.

Curiosità! Fino al 1964 Malta faceva parte del Regno Unito e tuttora è un membro del Commonwealth: è la destinazione ideale per affinare le proprie capacità in questa lingua al pari dell’Inghilterra o degli Stati Uniti.

DOVE DORMIRE A ST JULIAN’S: Trova tutte le offerte per alloggi

Giorno 7: Ipogeo di Hal Saflieni

L’ultimo giorno dell’itinerario di 7 giorni a Malta potrebbe essere dedicato alI’ipogeo di Hal Saflieni che si trova nella località di Paola, a circa 15 minuti di macchina da La Valletta. Si tratta dell’unico tempio preistorico sotterraneo del mondo, costruito intorno al 3600 a.C. e il 2500 a.C. Si pensa che in origine esso servisse da santuario e che poi sia stato convertito in necropoli. Se vi avanza tempo, vi consigliamo anche di fare un tour per i negozi di La Valletta e acquistare qualche tipico souvenires!

Cosa e dove mangiare a Malta

L’influenza delle diverse culture che hanno dominato l’isola di Malta si intuisce anche nelle specialità gastronomiche locali. Tra le cose assolutamente da mangiare a Malta spiccano i piatti tipici come l’Aljota, una zuppa a base di aglio e pesce fresco, i pastizzi, delle paste sfoglia con piselli e ricotta, le zalzett, salsicce di maiale condite con coriandolo, e la timpana, un timballo di pasta al forno con carne mista. Per merenda o come dessert, potrete invece assaggiare i deliziosi Kanoli, la versione maltese dei cannoli siciliani, o Qaghaq tal-ghasel, realizzato con zucchero nero, fichi e cannella.

Se vi state domandando dove mangiare (benissimo!) a Malta, sappiate che sull’isola non mancano di certo ristoranti tradizionali e innovativi. Tra quest’ultimi la nostra preferenza ricade sul Shatt Sushi Fish Wine nella località di Tigné Seafront a Tas-Sliema. Il concept del locale è unico nel suo genere: menù fisso con sushi e altri deliziosi piatti di pesce e frutti di mare, mixato a offerte vegetariane che si possono abbinare a una vasta gamma di vini e liquori. Il Shatt Sushi Fish Wine è ideale sia per asporto (il loro vero cavallo di battaglia) che sul posto potendo contare su un’accattivante location. 

Vuoi vivere anche tu questa magnifica esperienza a Malta? Compila il form per avere il tuo preventivo gratuito di viaggio oppure scrivi a scorcidimondo@gmail.com