Celebre in tutto il mondo per il suo Torii rosso fuoco che sbuca dal mare, l’Isola di Miyajima è una tra le località più suggestive del Giappone. Essa sorge a pochi chilometri di distanza da Hiroshima ed il suo nome, letteralmente, significa “Isola Santuario”. Da 1500 anni ospita il celebre Santuario di Itsukushima, oltre il parco, l’acquario pubblico ed il sito celestiale del Monte Misen.

Trova tutte le offerte per alloggi a Miyajima

COME ARRIVARE A MIYAJIMA 

L’isola è facilmente raggiungibile attraverso la rete ferroviaria JR (Sanyo Line). Se avete il Japan Rail Pass, potrete utilizzarlo perché rientra nell’abbonamento. Dal centro di Hiroshima, la distanza è di circa 25 minuti. La fermata di Miyajima-guchi si trova proprio a 150 metri dal punto di partenza dei traghetti. Esistono due compagnie, di cui una è proprio quella della JR (l’altra è la Matsudai). Per cui, se avete l’abbonamento, potrete usarlo anche per salire sul traghetto senza costi aggiuntivi. Se no il prezzo è di 360 yen andata e ritorno.

LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio “fai da te” in Giappone

Miyajima – Giappone

COSA VEDERE A MIYAJIMA

Fin da quando sarete sul traghetto, non potrete non rimanere affascinati dal portentoso Torii rosso fuoco, alto 16 metri, che emerge dalle acque. Si tratta del portale del Santuario di Itsukushima, dedicato alle tre dee figlie della divinità shintoista Susano-o. Fiancheggiato da corridoi coperti, esso è famoso per il suo tetto di paglia ed il colore arancione degli intarsi in legno. Avrete l’impressione che esso galleggi sul mare, grazie alle palafitte su cui poggia. Appese ai cornicioni ci sono invece delle lanterne che vengono accese durante le celebrazioni. L’ingresso è a pagamento.

Trova tutte le offerte per alloggi a Miyajima

Per raggiungere il Santuario vero e proprio, dovrete prima passare dal centro di Miyajima (vedi mappa) che si snoda lungo la costa. Stradine e viottoli sono caratterizzati da negozietti di souvenires e specialità dolciarie della zona. Il Momijidani Park sorge invece a nord del Santuario, ed è caratteristico per i suoi ciliegi (bellissimi durante il periodo della Primavera) e per la presenza dei cervi che circolano liberi (come a Nara).

LEGGI ANCHE: Nara, la Città dei Cervi del Giappone

Santuario Itsukushima, Miyajima – Giappone

Se avete a disposizione un’intera giornata, potrete anche visitare l’Acquario Pubblico (Miyajima Aquarium) nonché programmare un’escursione sul Monte Misen (alto 530 mt), godendo della vista che si apre dall’osservatorio. Potrete usufruire della funicolare (a piedi sono circa 1 ora e mezza). La zona è anche una Riserva delle Scimmie, ma fate attenzione perché sono aggressive: non datele da mangiare e non guardatele negli occhi!

Trova tutte le offerte per alloggi a Miyajima

Spiaggia Miyajima – Giappone

CURIOSITA’

Alcuni souvenire che val la pena comprare a Miyajima sono gli Shakushi, i Momiji manjyu e le ostriche grigliate. I primi sono dei mestoli di legno creati, in questo posto, da un monaco del periodo Edo ed ora utilizzati in tutto il Paese per servire riso. I secondi sono invece dei tipici dolci a forma di acero, di solito ripieni di marmellata di fagioli, mentre le terze sono delle vere prelibatezze.

LEGGI ANCHE: Cosa mangiare in Giappone, tutti i piatti tipici della tradizione

Veronica Crocitti