Dal Parco dei Nebrodi al Bosco di Ficuzza, passando per le Madonie e l’Etna: i migliori luoghi dove vedere il foliage in Sicilia.


Si è soliti credere che in Sicilia la stagione estiva duri molto più che altrove e che novembre, più che il fulcro dell’autunno, sia soltanto l’ultima propaggine dei mesi agostani. Come sempre la verità sta nel mezzo.

Dove vedere Foliage Sicilia - i migliori luoghi

Se è vero che in Sicilia i mesi di ottobre e novembre sono ancora molto caldi (e molti ne approfittano per andare a mare, soprattutto nei weekend), è anche vero che proprio in questo periodo i colori autunnali dell’arancione e del rosso iniziano timidamente a far capolino tra arbusti e boschi.

LEGGI ANCHE: Dove vedere il foliage in Italia: i migliori luoghi

Gli amanti del foliage non dovranno quindi temere di non trovare ambientazioni pittoresche per le loro passeggiate autunnali o i loro percorsi di trekking perché, anche durante i caldi mesi di ottobre e novembre, la Sicilia può regalare grandi suggestioni. Ma dove andare quindi?

DOVE VEDERE IL FOLIAGE IN SICILIA

Dopo avervi parlato dei migliori posti dove vedere il foliage in Italia, in questo articolo vi lascerò la lista dei 5 luoghi più pittoreschi dove ammirare il fenomeno nell’isola della Sicilia, la mia terra.

Parco dei Nebrodi – Messina

Con i suoi 86mila ettari, il Parco dei Nebrodi è in cima alla lista dei migliori luoghi dove vedere il foliage in Sicilia. Situato in provincia di Messina, in un quadrilatero compreso tra Mistretta, San Fratello, Floresta e Cesarò, il Parco dei Nebrodi è caratterizzato da faggi, cerri e pioppi che in autunno assumono tutte le pittoresche colorazioni del giallo, arancione e rosso.

Parco dei Nebrodi - Foliage Sicilia

PH Alessandro Micalizzi

Parco dell’Etna – Catania

L’Etna, il Mongibello della Sicilia, è uno dei luoghi più suggestivi di tutta l’isola. Con i suoi 40 chilometri di diametro, il vulcano dell’Etna è amatissimo per i suoi contrasti, la sua vetta quasi sempre innevata, i suoi crateri, le sue rocce e le sue aree che, in alcune zone, assumono le sembianze di paesaggi lunari.

Non tutti sanno, però, che l’Etna è anche un luogo ideale dove andare a vedere il foliage in Sicilia durante l’autunno. La presenza di faggi e betulle, infatti, fa sì che nei mesi di ottobre e novembre alcune aree si colorino di giallo, arancione e rosso, rendendo l’ambiente altamente suggestivo. Tra queste, le migliori sono Monte Spagnolo, il sentiero dei Monti Sartorius e Piano Provenzana con i vicini Monte Timparossa e Grotta dei Lamponi.

Bosco di Malabotta – Messina

La Riserva Naturale Orientata del Bosco di Malabotta sorge a poche centinaia di metri dai Megaliti dell’Altopiano dell’Argimusco, nel territorio della provincia di Messina compreso tra Montalbano Elicona, Francavilla di Sicilia, Roccella Valdemone e Tripi.

DOVE DORMIRE A MESSINA: Tutte le offerte

Altopiano dell'Argimusco, Sicilia

Situato ad un’altezza compresa tra i 700 e i 1300 metri, il Bosco di Malabotta è, senza dubbio, uno dei migliori luoghi in cui ammirare il foliage in Sicilia grazie alla grande presenza di querce, cerri, lecci e castagni.

Parco delle Madonie – Palermo

Abete dei Nebrodi, leccio, roverella e faggio sono solo alcune delle specie che potrete trovare nel meraviglioso Parco delle Madonie, area verde che si staglia a sud di Palermo e comprende ben quindici comuni dell’omonima città metropolitana, tra cui i pittoreschi borghi di Petralia Soprana e Sottana.

Dove vedere il foliage in Sicilia - Etna

Se siete a caccia di escursioni trekking ad alte quote e foliage in Sicilia, le zone del Parco delle Madonie fanno al caso vostro. Tra le migliori località spiccano i faggeti di Monte Mufara e Piano Battaglia (con vicino i quasi 2000 metri di Pizzo Carbonara), Piano Faina con lo storico Rovere di Pomieri (circa 600 anni).

Bosco della Ficuzza – Palermo

Tra le aree verdi della Sicilia, quella del Bosco della Ficuzza, in provincia di Palermo, è forse una delle meno conosciute.

DOVE DORMIRE A PALERMO: Trova tutte le offerte

Situata tra i comuni di Corleone, Godrano e Campofelice di Fitalia, la Riserva Naturale del Bosco della Ficuzza comprende anche Rocca Busambra, Bosco del Cappelliere e Gorgo del Drago.

blank

Si tratta di un’area molto suggestiva che racchiude zone boschive di diverse specie quali leccio, sughera, roverella, cerro di Gussone (specie endemica), frassino, acero campestre e castagno. Tra le migliori località in cui ammirare il foliage autunnale spiccano i castagneti di Mezzojuso e di Valle Cerasa, nonché le zone adiacenti a Pulpito del Re (il sedile roccioso da cui Ferdinando IV di Borbone cacciava la selvaggina).

Veronica Crocitti