Napoli è una città unica sotto tutti punti di vista, con quelle sue caratteristiche viuzze del centro storico, i tesori che si celano sotto le fondamenta, il Porto che si affaccia su uno dei panorami più belli, il Vesuvio che si staglia all’orizzonte…. E poi ancora le bontà culinarie, la pizza, le sfogliatelle, il tipico accento dei “paesani”, l’atmosfera di gioia che circonda ogni cosa durante il periodo natalizio… Insomma, val bene il detto che “vedi Napoli e poi muori“.

Trova tutte le offerte per alloggi a Napoli

Il Vesuvio visto da Castel dell'Ovo

Il Vesuvio visto da Castel dell’Ovo

COME ARRIVARE. Per raggiungere a Napoli esistono diversi modi. Il Capoluogo della Campania è dotato di un aeroporto internazionale, autostrade che lo collegano facilmente alle altre città italiane, autobus di linea da/per nord e sud della Penisola nonché un attivissimo Porto. Un’idea interessante per visitare Napoli e dintorni potrebbe esser quella di intraprendere un viaggio on the road che includa nell’itinerario anche le zone di PompeiErcolano e, perché no, quel capolavoro che è la penisola sorrentina.

Scopri un magico itinerario lungo la Costiera Amalfitana

DOVE DORMIRE. Se arrivate a Napoli in macchina, tenete a mente che la zona del centro storico è a traffico limitato e quindi avrete bisogno di lasciare la vostra auto in uno dei parcheggi a pagamento (i prezzi variano dai 15 ai 25 euro al giorno). Un’alternativa potrebbe essere quella di sistemare la macchina in un posteggio comunale, anche se non centralissimo, e continuare l’esplorazione della città interamente a piedi.

Trova tutte le offerte per alloggi a Napoli

Panorama Napoli

COSA VEDERE: IL CENTRO STORICO. La prima zona che vi consiglio di ammirare è quella del centro storico. Potrete iniziare il vostro itinerario da Piazza Garibaldi (maggior punto di collegamento) per poi avviarvi verso la via dei Tribunali. Non perdetevi la “sosta” in vico Ferrovia per una sfogliatella da Attanasio, storico bar della città.

Il Vesuvio visto da Castel dell’Ovo

Proseguendo potrete passare da Castel Capuano e dalla magnifica Cattedrale che custodisce al suo interno la Cappella del Tesoro e i Tesori di San Gennaro, patrono della città. La via dei Tribunali rappresenta il vero e proprio centro storico di Napoli dove potrete ammirare, a destra e a sinistra, alcuni dei principali monumenti della città. Dalla guglia di San Gennaro alla Chiesa-Museo di San Lorenzo Maggiore, dalla Basilica di San Paolo Maggiore alla Napoli sotterranea (assolutamente da visitare), passando poi dal Decumano Maggiore, sarà tutto un susseguirsi di piccoli grandi capolavori.

Via Toledo

Vicino a Piazza Casanova troverete la Chiesa di Santa Marta con accanto Piazza del Gesù nuovo e il complesso monumentale di Santa Chiara, con lo splendido chiostro. A questo punto potrete ripercorrere il centro storico a ritroso passando per la cosiddetta Spaccanapoli (parallela di via dei Tribunali), attraverso la via Benedetto Croce, la via San Biagio dei Librai e la via Vicaria Vecchia. Lungo quest’antichissima strada troverete il museo cappella San Severo, la Chiesa di San Domenico Maggiore, il palazzo Corigliano, la chiesa di San Gregorio Armeno.
N. B. Nel periodo natalizio, nei vicoletti come quello di San Giovanni Armeno, di San Severino o dei Panettieri potrete ammirare la magica arte napoletana dei presepi.

Via Pedamentina di San Martino

MASCHIO ANGIOINO, CASTEL DELL’OVO E LA CERTOSA. La seconda parte del vostro itinerario potrebbe iniziare dalla fermata della metro di Toledo (fate un salto all’interno poiché si tratta di una delle fermate in assoluto più belle). Proseguendo verso sud passerete dalla Basilica di San Giacomo degli Spagnoli, dalla fontana del Nettuno e, infine, giungerete a Castel Nuovo (o Maschio Angioino).

Castel Nuovo (Maschio Angioino)

L’itinerario prosegue verso il Palazzo Reale di Napoli, la splendida Piazza del Plebiscito con la Basilica Reale di San Francesco di Paola e, nei dintorni, piazza Trieste e il teatro di San Carlo.

Piazza del Plebiscito

Piazza del Plebiscito

Proseguendo verso sud vi avvicinerete nuovamente verso il mare e, poco a poco, vedrete comparire dinnanzi a voi l’imponente Castel dell’Ovo con accanto la Riviera di Chiaia e la Villa Comunale.

VOMERO. La terza parte dell’itinerario vi condurrà alla scoperta di uno dei quartieri più caratteristi e “alti” di Napoli. Per raggiungere il Vomero vi consiglio di prendere la funicolare, sia solo per godervi l’esperienza di viaggiare sospesi nell’aria. Dalla fermata “Pietraia” basterà fare pochi passi per ritrovarsi ai piedi di Castel Sant’Elmo, della Certosa e del museo di San Martino.

Panorama

Se siete dei buoni camminatori, per tornare in centro potrete percorrere la via Pedamentina San Martino (tutta in discesa). Giungerete direttamente nel Quartiere degli Spagnoli e, a quel punto, sarà semplice ritornare verso via Toledo.

COSA MANGIARE. Il buon cibo, a Napoli, non manca di certo. Esistono dei posti storici in cui è possibile gustare la tipica pizza napoletana e le tipiche sfogliatelle. Tra questi bisogna certamente ricordare l’Antica Pizzeria da Michele, in via Cesare Sersale (nota per la bontà ma anche per le attese di ore ed ore), e la Sorbillo, in via dei Tribunali. Per i dolci, e in particolare le sfogliatelle, le pasticcerie più quotate sono Pintauro, in via Toledo, e Attanasio, in vico Ferrovia, a due passi da piazza Garibaldi.

Pizza Napoletana e Sfogliatelle

Pizza Napoletana e Sfogliatelle

N.B. La verità è che, se non siete proprio dei napoletani DOC, troverete meravigliosa qualsiasi pizza preparata in qualsiasi pizzeria di Napoli. Insomma, bisogna proprio essere degli esperti per capire la differenza!

Veronica Crocitti