Da Piazza Duomo alle colonne romane del Porto, passando per la bianca Ostuni: le migliori 5 cose da fare e vedere a Brindisi, gioiello della Puglia.


Tra i meravigliosi luoghi che costellano la regione Puglia, la città di Brindisi merita un posto d’onore. Con un passato maestoso ed un porto naturale tra i più suggestivi del Mediterraneo, Brindisi è una città ricca di storia, cultura e bellezza. Nonostante la sua fama venga talvolta oscurata dalla vicina Lecce, questo luogo vanta scorci in grado di ammaliare anche i visitatori più restii.

Dove dormire a Brindisi: trova tutte le offerte per alloggi

COME ARRIVARE E COME SPOSTARSI A BRINDISI

Esistono diverse soluzioni per arrivare a Brindisi tra cui bus diretti dalle principali città d’Italia, treni e collegamenti ferroviari, auto (per scoprire la città in libertà) e voli nazionali ed internazionali.

L’aeroporto di Brindisi (Aeroporto del Salento) si trova a circa 5 chilometri di distanza dal centro e rappresenta il modo più pratico e veloce per raggiungere la città. Al suo interno è possibile trovare diverse soluzioni di autonoleggio, come SicilyByCar ad esempio, che vi permetteranno di scoprire in autonomia non solo le bellezze di Brindisi ma anche quelle dei luoghi e delle spiagge limitrofe.

5 COSE DA FARE E VEDERE A BRINDISI

Vi lascio la mia personale lista delle 5 cose assolutamente da fare e vedere a Brindisi. 

  1. Piazza Duomo e la Cattedrale

In cima alla lista delle cose da vedere a Brindisi spicca Piazza Duomo, la più antica piazza della città nonché una tra le più affascinanti da un punto di vista storico ed architettonico. Tutti gli edifici che ruotano attorno alla maestosa piazza mostrano uno stile prettamente medievale e romano, segno inconfutabile della loro origine. Fra questi merita un posto d’onore la Cattedrale, nota anche come Basilica della Visitazione, edificio consacrato nel lontanissimo 1089 che, nel corso del tempo, è stato ricostruito più volte.

  1. Porto di Brindisi

Il porto di Brindisi rappresenta uno dei porti più importanti in Italia, in particolar modo da un punto di vista turistico. E’ da qui, infatti, che partono i vari collegamenti con la Grecia e con le principali città portuali della penisola.

Da un punto di vista storico, il porto di Brindisi è un luogo di conservazione. Lungo la passeggiata è possibile ammirare i resti di due antiche colonne romane la cui costruzione fu voluta dall’imperatore Traiano per rappresentare la fine della via Appia Antica.

Dove dormire a Brindisi: trova tutte le offerte per alloggi

  1. Le colonne romane

Le due colonne vicine al porto di Brindisi meritano un approfondimento a parte in quanto rappresentano non solo un grande esempio romano ma, soprattutto, uno dei simboli della città. Delle due colonne gemelle, ad oggi ne rimane soltanto una.

La prima crollò durante un collasso avvenuto nel 1528 mentre la seconda, distrutta nei bombardamenti della Grande Guerra, fu in seguito ricostruita.

  1. Area marina protetta di Torre Guaceto

L’area marina protetta di Torre Guaceto si trova a pochi passi da Brindisi e rientra, senza alcun dubbio, tra le migliori spiagge del Salento. La zona è attualmente sotto il controllo della capitaneria di porto e presenta un divieto di balneazione in quanto inserita nella lista delle aree protette: attenzione quindi a controllare sempre in che zona vi trovate quando decidete di farvi il bagno.

Dove dormire a Ostuni: trova tutte le offerte per alloggi

  1. Ostuni

Situato nella provincia di Brindisi, Ostuni è un pittoresco paesino celebre per i suoi scorci marini e il suo centro storico color bianco latte. Tra le cose assolutamente da non perdere della cosiddetta Città Bianca spiccano il parco dune costiere, i musei, le Chiese, la conceria del tabacco storica e la Torre di San Lorenzo risalente ai tempi dei saraceni.