Da Amman a Petra, dal Wadi Rum al Mar Morto: le migliori cose da vedere in Giordania con idee di viaggio e itinerario on the road.


La Giordania è un Paese arabo ricco di scenari e scorci meravigliosi. Dalle distese rosse del deserto del Wadi Rum all’azzurro salato del Mar Morto, dalle antiche tombe di Petra alle infinite colonne di Gerasa, la Giordania racchiude in sé natura, cultura e storia.

Dopo avervi dato tutte le informazioni per organizzare un viaggio in Giordania, in questo articolo voglio lasciarvi una lista delle “cose assolutamente da vedere nel Paese” nonché un’idea di itinerario da seguire in 6/7 giorni.

COSA VEDERE IN GIORDANIA

Per visitare bene la Giordania occorrono almeno 6/7 giorni. Il miglior periodo è quello che corrisponde alle stagioni intermedie (primavera/autunno) quando le temperature non sono né eccessivamente calde né rigidamente fredde.

La Giordania non è un Paese grande (tenete a mente che la distanza tra Amman e Aqaba è di sole 4 ore di macchina) ma ci sono siti archeologici e naturalistici che meritano visite approfondite, luoghi in cui è davvero necessario trascorrere più di qualche semplice ora.

Cosa fare e vedere in Giordania

Prima di darvi una lista delle principali cose da vedere in Giordania, vi lascio un’idea di itinerario che potrete rimodulare in base alle vostre esigenze di tempo e organizzazione.

COSA VEDERE IN GIORDANIA: ITINERARIO DI 6/7 GIORNI

L’itinerario della Giordania che vi lascio è fattibile sia con città di partenza Aqaba sia che Amman. Si tratta di un itinerario rimodulabile, nel senso che potrete facilmente adattarlo alle vostre esigenze (ad esempio potreste decidere di visitare Petra in un giorno e non in due – cosa che io comunque consiglio assolutamente – oppure di fare nella stessa giornata Amman/Castelli nel Deserto/Gerasa).

  • Arrivo in Giordania (aeroporti di Amman o Aqaba);
  • Deserto Wadi Rum (con nottata in tenda);
  • Deserto Wadi Rum/ Petra;
  • Petra/Piccola Petra;
  • Amman/Gerasa (Jerash);
  • Castelli nel deserto di Amman;
  • Mar Morto, Madaba e Monte Nebo.

LEGGI ANCHE: Cosa mangiare in Giordania: i piatti tipici

AMMAN

La Capitale della Giordania è anche la più popolosa di tutto il Paese. Su 10 milioni di persone che vivono in Giordania, 5 milioni si trovano solo nella città di Amman. Questo, unito al fatto che non esiste alcuna metropolitana, è uno dei principali motivi per cui le strade della Capitale sono sempre e comunque dense di traffico.

Costruita su sette colli (che ricordano un po’ i sette di Roma), Amman ha un passato dalle radici antichissime. Dagli assiri ai persiani, dai greci ai romani, la città ha subito la dominazione di diverse popolazioni che, nel corso dei secoli, hanno contribuito a farla divenire quella che è oggi.

DOVE DORMIRE AD AMMAN: Trova tutte le offerte per alloggi

Tra le principali cose da vedere ad Amman, la Capitale della Giordania, spiccano la Cittadella (sito storico dove si trovano reperti che risalgono a diverse ere e popolazioni) con il Tempio di Ercole e il Palazzo degli Omayyadi, il Ninfeo (antica fontana pubblica romana), l’Odeon e i mercati orto-frutticoli della zona di Downtown.

PETRA

Incastonata nel cuore delle montagne di Shara, Petra si trova a circa 3 ore di strada da Amman ed è uno dei luoghi più suggestivi al mondo. Costruita dai Nabatei più di 2000 anni fa, la città fu una delle principali rotte di collegamento tra la Mesopotamia e l’Egitto. La sua prosperità durò fino al IV secolo D.C. quando, a seguito di un terremoto, iniziò il suo declino.

DOVE DORMIRE A PETRA: Trova tutte le offerte

Il sito archeologico di Petra è immenso e per visitare bene tutto quello che si trova al suo interno avrete bisogno di almeno 4/5 ore. Dall’ingresso al monastero (punto più lontano) ci sono 8 chilometri e, nel tratto finale, circa 800 gradoni. Il Tesoro (punto più celebre) si trova a circa 2 chilometri dall’entrata principale.

Tra le cose assolutamente da vedere a Petra, in Giordania, spiccano il Tesoro (monumento che compare in tutte le cartoline della Giordania), il Teatro, il Grande Tempio, la Strada Colonnata, le Tombe Reali, il Ninfeo e lo splendido Monastero.

PICCOLA PETRA

Petra la Blanca si trova a circa 14 chilometri di distanza dalla più famosa Petra, chiamata la Rossa, ed è molto meno conosciuta della sua “sorella” maggiore.

Incastonata all’interno di un canyon lungo 450 metri, Piccola Petra è un sito nabateo caratterizzato da diversi edifici scolpiti nelle pareti e tre aree aperte. L’ingresso è gratuito e la sua bellezza davvero pittoresca.

DESERTO WADI RUM

Sabbia rossa, raffiche di vento e alte conformazioni rocciose caratterizzano il Wadi Rum, uno dei deserti più pittoreschi che abbia mai visto. Detto anche Valle della Luna, il Wadi Rum è stato formato, millenni di anni fa, dallo scorrere di un fiume nel suolo sabbioso ed oggi è uno dei beni naturalistici Patrimonio dell’Unesco.

DOVE DORMIRE NEL WADI RUM: Trova tutte le offerte

Dormire una notte in tenda sotto il meraviglioso cielo stellato, assistere alla preparazione dei cibi in stile beduino e girovagare in jeep tra gli scorci del Wadi Rum rientrano, di certo, tra le migliori cose da fare e vedere in Giordania.

Curiosità! Il deserto è stato scenario di diverse pellicole cinematografiche tra cui Lawrence d’Arabia, Pianeta Rosso, Transformers – La vendetta del caduto e Aladdin.

MAR MORTO

Chiamato anche “Mare del Sale”, il Mar Morto è in realtà un immenso lago salato che si trova al confine tra Giordania, Israele e Cisgiordania, a circa 1 ora e mezza di strada da Amman.

Caratterizzato da un’altissima salinità, il Mar Morto è anche il punto più basso della nostra terra in quanto è situato a circa 415 metri al di sotto del livello del mare. Insomma, tra le cose assolutamente da fare e vedere in Giordania, l’escursione con bagno e fanghi al Mar Morto è una di quelle davvero imperdibili.

Curiosità! La salinità del Mar Morto è talmente alta da non permettere la vita (eccezion fatta per alcuni batteri) e permettere invece di galleggiare sulle acque con estrema facilità… motivo per cui è diventato un must farsi scattare una foto a mollo col giornale in mano (sì, ho ceduto anche io alla tentazione!).

CASTELLI DEL DESERTO

I Castelli del Deserto della Giordania sono tre e si trovano tutti nelle vicinanze di Amman, a circa 30-40 minuti dal centro città. Si tratta del Castello di Kharana (Qasr al-Kharana), del Castello di Amra (Quasayr Amra) e del Castello del Walid (Qasr Azraq).

Più che vere e proprie fortezze militari, essi furono costruiti quali palazzi. I primi due (Kharana e Amra) risalgono al tempo degli Omayyadi mentre il terzo (Walid) a quello dei romani.

GERASA (JERASH)

Situata a circa un’ora di macchina da Amman, la città di Gesara (Jerash) rientra a pieno titolo tra le cose assolutamente da vedere in Giordania e, secondo gli ultimi dati turistici, è uno dei siti archeologici più visitati del Paese, secondo solo a Petra.

DOVE DORMIRE A GERASA (JERASH): Trova tutte le offerte

Il periodo di massimo splendore di Gerasa risale all’epoca romana quando nella zona si assistette ad una vigorosa opera di urbanizzazione con la costruzione di strade lastricate, colonnati, templi, bagni termali, teatri, piazze e mura con torri e porte cittadine.

Gerasa rimase sepolta sotto la sabbia per secoli. Fu scoperta e riportata alla luce soltanto intorno agli anni ’70, ed è oggi di una perfezione, un’immensità ed una bellezza disarmante.

MONTE NEBO

Collocato ad un’altezza di 817 metri, Monte Nebo è un importante luogo religioso legato alla tradizione ebraica-cristiana. E’ qui infatti che, secondo le scritture del Deuteronomio, il profeta Mosè ebbe la visione della Terra Promessa che Dio aveva destinato al popolo eletto. Si narra inoltre che sempre su questo monte Dio seppellì poi Mosè.

Curiosità! Il 9 marzo del 2000 Papa Giovanni Paolo II visitò il sito di Monte Nebo e piantò un albero di ulivo come simbolo di pace.

MADABA

Tra le cose da vedere in Giordania spicca anche Madaba, cittadina che sorge sull’antica Via Regia laddove un tempo vi era il sito biblico Medba (Medeba), a circa mezz’ora di strada da Amman e non lontano da Monte Nebo.

DOVE DORMIRE A MADABA: Trova tutte le offerte

La principale attrazione di Madaba è costituita dalla Mappa di Terrasanta, un mosaico bizantino in origine lungo 15-25 metri e largo 6 che si trova sul pavimento della Chiesa di San Giorgio. Si tratta di un itinerario che raffigura la strada per raggiungere Gerusalemme con 157 didascalie in greco e raffigurazioni che ritraggono i principali siti biblici del medio Oriente, dell’Egitto e della Palestina.

Veronica Crocitti