Quali sono i trucchi per risparmiare durante un viaggio e ottimizzare le spese prima di partire? Ecco i migliori cinque consigli. 


Organizzare un viaggio “fai da te” senza passare attraverso agenzie o tour operator vuol dire occuparsi a 360° di tutto ciò che riguarda destinazione, itinerario, scelta dell’alloggio, prenotazione dei mezzi di trasporto, visite, escursioni, selezione dei ristoranti, eventuale noleggio dell’auto… e tutta una serie di cose che, se ben programmate, possono permettere di ammortizzare – e di tanto – i costi di una vacanza.

Viaggi Estero Coronavirus

Molto spesso chi organizza un viaggio “fai da te” infatti, oltre che dall’entusiasmo di voler gestire nei minimi dettagli ogni singola esperienza dell’avventura, è anche spinto dalla volontà di risparmiare e ottimizzare le spese.

Ma quali sono i trucchi per ottimizzare le spese durante la fase dell’organizzazione?

Come risparmiare prima e durante un viaggio

In questo articolo vi lascio 5 consigli utili che vi permetteranno di risparmiare durante i vostri viaggi e le vostre vacanze.

Prenotare i voli con grande anticipo

Quando si sceglie di viaggiare verso destinazioni lontane da casa, il prezzo del volo aereo è quello che più incide sul portafoglio. Nonostante le compagnie low cost siano in costante aumento, non è sempre così facile trovare voli a prezzi stracciati… soprattutto se ci si riduce a prenotare sotto data.

LEGGI ANCHE: Volo cancellato o in ritardo: come richiedere risarcimento gratuito

Come poter quindi risparmiare sugli spostamenti aerei durante un viaggio? Prenotare in anticipo è la soluzione più valida. Lo so, può sembrare una banalità, eppure far slittare anche di un solo giorno la prenotazione di un volo può arrivare a far lievitare il biglietto di oltre 100 euro! Ecco perché cercare di programmare i propri weekend fuori porta e le proprie vacanze con uno/due mesi di anticipo fa una sostanziale differenza.

Come risparmiare prima e durante un viaggio

Se il vostro problema è quello di non riuscire a decidere la destinazione, sappiate che su SkySkanner esiste una bellissima sezione chiamata “Fai click per cercare ovunque” che vi permette di selezionare “il mese più conveniente” in base alla vostra richiesta.

Un altro trucchetto per risparmiare sui voli è quello di monitorare costantemente le app dei vari vettori aerei. I prezzi indicati, infatti, cambiano molto velocemente in base alle prenotazioni dei clienti e capita spessissimo che, da un’ora all’altra, il biglietto di un volo oscilli da 4,99 a 79,99… e viceversa!

Affidarsi ad agenzie locali per visite e escursioni

Molto spesso chi organizza un viaggio “fai da te” preferisce gestire in autonomia sia le visite che le escursioni, ma non sempre questa è una scelta “economica”. Innanzitutto vi sono dei luoghi che meritano di essere conosciuti, e capiti, attraverso le parole e le spiegazioni di guide o locals. Poi vi sono esperienze che è possibile realizzare solo attraverso tour privati e, infine, vi sono località che, seppur siano raggiungibili con mezzi pubblici, si trovano in posti così lontani – o in Paesi in cui i collegamenti non sono per nulla avanzati – che impieghereste giorni per arrivarci… e tutti questi giorni a disposizione solitamente non si hanno.

blank

Come poter quindi risparmiare su una visita guidata o un’escursione privata da realizzare in viaggio? La prima cosa da fare è cercare le agenzie locali piuttosto che le piattaforme che vendono esperienze generiche e che, di norma, applicano commissioni. Un altro buon accorgimento potrebbe essere quello di contattare il vostro B&B, alloggio o hotel di riferimento chiedendo informazioni. Infine è sempre utile dare uno sguardo a travel blogger/influencer su Instagram che, molto spesso, lasciano codici sconto e coupon per i loro followers.

Utilizzare carte bancarie “amiche” di chi viaggia come iCard

Quando si sceglie di viaggiare verso una destinazione estera non si tiene quasi mai conto di quanto il cambio moneta incida sul portafoglio. Ogni volta che siamo fuori Italia e preleviamo da uno sportello ATM o da un bancomat viene trattenuta una commissione che può arrivare fino a 3/5 euro. E lo stesso vale quando cambiamo i nostri euro ad un Exchange. Ma allora esiste un modo per risparmiare? Certamente sì e adesso ve ne parlo.

La migliore soluzione per risparmiare quando si organizza un viaggio in una destinazione fuori dall’Italia è quella di utilizzare carte in valuta estera e affidarsi a portafogli digitali specializzati come iCard.

blank

Oltre ad avere la certezza di poter sempre prelevare in tutte le parti del mondo, con iCard è possibile collegare allo stesso IBAN fino a 5 carte di debito e creare altri IBAN (con carta collegata) di diversa valuta, abbattendo così ogni costo di commissione e facilitando i pagamenti. Con iCard Metal, inoltre, si può godere di prelievi illimitati e gratuiti in tutto lo Spazio Economico Europeo nonché di un rimborso dello 0,2% per gli acquisti sui terminali POS e online in Europa e dello 0,1% fuori dell’Europa… ottimo nel caso di souvenir o ricordini di viaggio.

LEGGI ANCHE: iCard, il portafoglio amico di chi viaggia

Tra gli altri vantaggi che iCard riserva ai viaggiatori vi sono quelli di un’assicurazione gratuita (con iCard Visa Infinite) che evita il dover stipulare una polizza diversa ogni volta che fate un viaggio e l’accesso ad oltre 1100 lounge aeroportuali di tutto il mondo (con iCard Visa Infinite e con iCard Metal) che permette di usufruire gratuitamente di tutti i comfort delle lounge come pasti, bevande e zone relax.

Come risparmiare prima e durante un viaggio

Scegliere alloggi (poco) fuori dalle zone più centrali

Uno dei modi più efficaci per risparmiare e ottimizzare le spese durante un viaggio è sicuramente quello di selezionare con cura la posizione dell’alloggio. Molto spesso basta spostarsi di pochissimo dalle zone più centrali per trovare sistemazioni comode e a prezzi vantaggiosi. Su Booking, ad esempio, è possibile cercare hotel, B&B e strutture alberghiere direttamente sulla mappa… il che facilita di molto ogni tipo di scrematura.

Un’altra buona soluzione, in particolar modo se non viaggiate da soli e se avete intenzione di fermarvi in un posto per più giorni, è quello di controllare gli appartamenti su Airbnb che spesso permettono di ammortizzare i prezzi anche sui pasti in quanto dotati di cucina e fornelli.

Evitare l’alta stagione e i giorni festivi

Evitare l’alta stagione e, in generale, tutti i giorni rossi del calendario permette di risparmiare tantissimo. Tutto costa meno in bassa stagione o infrasettimanale o in periodi lontani dal Natale, Pasqua, Capodanno e agosto. Se ne avete la possibilità – e non sempre accade poiché molti lavoratori hanno ferie soltanto in determinati periodi – per i vostri viaggi prediligete mesi quali gennaio, febbraio, ottobre e novembre. Selezionate le destinazioni in base al clima… ad esempio scoprirete che non c’è miglior periodo per viaggiare in Giordania a febbraio o in Messico a ottobre!

Veronica Crocitti