Tutto quello che c’è da sapere sul Castello di Milazzo, gioiello della provincia di Messina: come arrivare, cosa vedere, prezzi e orari.


Situato sulla sommità del borgo antico, il Castello di Milazzo, gioiello della provincia di Messina, è un luogo in cui il silenzio della pietra porta ad un’epoca lontana ma ancora intatta, dove le mura hanno ancora un modo sfacciato di farsi guardare, con un fascino proprio d’altri tempi intriso di storie, leggende e misteriosi ritrovamenti.

Castello di Milazzo, tutte le informazioni

La storia del Castello di Milazzo

Grazie alla sua posizione elevata e di affaccio sulla costa settentrionale della Sicilia, il Castello di Milazzo ebbe un valore strategico non indifferente tanto da divenire fonte di interesse per greci, romani e bizantini che, attraverso diverse implementazioni, lo elevarono ad esempio straordinario, ed efficace, di architettura militare.

Fu così ben fortificato e dotato di particolari sistemi difensivi che non venne mai espugnato. Neanche gli spagnoli, che lo avevano posseduto e sviluppato, riuscirono ad impossessarsene quando tentarono di riconquistare la Sicilia e perfino lo stesso Garibaldi, nel 1860, dovette fermare l’avanzata dei Mille una volta giunto dinanzi al Castello. Fu l’esercito borbonico, che allora era di presidio, ad abbandonarlo spontaneamente dopo la resa dello Stato napoletano.

DOVE DORMIRE A MILAZZO: Trova le offerte

A partire da quel momento, però, il Castello di Milazzo iniziò ad essere trascurato per quasi un secolo e, fino al 1960, divenne un carcere. Soltanto negli ultimi decenni il castello sta ritrovando i suoi originari splendori grazie alla realizzazione di un teatro all’aperto ed all’avvio di iniziative culturali e importanti opere di restauro.

Cosa vedere nel Castello di Milazzo

Conosciuto come la Cittadella Fortificata di Milazzo, il Castello è circondato da una cinta muraria spagnola il cui ingresso si apre sotto il Baluardo di Santa Maria. Man mano che ci si addentra e si cammina verso il suo nucleo, si possono veder scorrere gli stili e le dominazioni che qui sono passate e ne hanno fatto la storia. Dal centro preistorico che si erge nella parte settentrionale, infatti, l’espansione del Castello è stata caratterizzata da influenze greche, romane, bizantine e arabe, finché Federico II d’Aragona lo fece divenire sua dimora prediletta.

Castello di Milazzo, tutte le informazioni

Il complesso monumentale del Castello di Milazzo e comprende il Duomo Vecchio, realizzato nel 1600, il Bastione di Santa Maria, il Bastione delle Isole, la chiesa dell’Annunziata e l’ex Monastero delle monache Benedettine del S.S. Salvatore.

DOVE DORMIRE A MILAZZO: Trova le offerte

Proprio a quest’ultimo Monastero è legata una leggenda in cui si intrecciano fantasmi, misteri e racconti popolari.

La leggenda del Monastero delle Monache Benedettine

La leggenda narra di una suora murata viva all’interno dell’antico monastero delle Benedettine facente parte del complesso monumentale del Castello di Milazzo, il cui fantasma pare si aggira ancora oggi tra le mura. Molti raccontano di averlo visto affacciarsi a una finestra lanciando lamenti angoscianti.

blank

La tradizione popolare narra di una giovane, figlia di un ricco signore, che si innamorò follemente di un soldato. L’amore tra i due era travolgente ma avverso alla famiglia che, quando scoprì la relazione, costrinse la ragazza a prendere i voti in un convento di clausura. Nonostante questo la giovane più volte riuscì a trovare il modo di incontrare di nascosto il suo uomo, fin quando i genitori non la scoprirono di nuovo e, come punizione, decisero di murarla viva all’interno del Monastero.

DOVE DORMIRE A MILAZZO: Trova le offerte

Ancora oggi il suo fantasma vaga per il Castello di Milazzo intravedendosi tra le tante finestre in cerca dello sguardo del suo amato soldato, elevando urla di strazio e grida soffocanti. Vi è pure chi giurerebbe di averla vista, lungo il grande viale del castello, porgere, con il sottofondo del rumore del mare che si batte sulla scogliera, un lieve saluto: “Sia lodato Gesù Cristo”.

Castello di Milazzo, tutte le informazioni

Prezzi e orari

Il Castello di Milazzo è aperto dal martedì alla domenica secondo i seguenti orari:

  • 8:30 / 13:00
  • 16:30 /18:30

Il prezzo standard del biglietto è di 5 euro. 

Cosa vedere nei dintorni del Castello di Milazzo

Non lontano dal Castello di Milazzo si trovano sia il Borgo Antico di Milazzo sia le Piscine di Venere, pittoreschi laghetti salmastri a cui è possibile giungere attraverso un breve percorso a piedi. Dal Porto di Milazzo partono quotidianamente gli aliscafi e le navi per le Isole Eolie.

DOVE DORMIRE A MILAZZO: Trova le offerte

blank

A circa 20 km da Milazzo, spingendosi nell’entroterra, si trova Castroreale, uno dei Borghi più Belli d’Italia della provincia di Messina. Lungo la costa, in direzione Palermo (a circa 36 km), si staglia invece il Santuario di Tindari con accanto l’Area Archeologica di Tindari e, ai piedi, i Laghetti di Marinello.

blank

Se state organizzando un itinerario tra le bellezze della fascia tirrenica della provincia di Messina vi consiglio delle tappe anche a Montalbano Elicona e Novara di Sicilia.

Come arrivare al Castello di Milazzo

Il Castello di Milazzo sorge sulla sommità del borgo antico di Milazzo, all’inizio del promontorio chiamato “Capo Milazzo”, in provincia di Messina. Il modo più rapido e comodo per raggiungerlo è la macchina:

  • Da Messina (circa 40 km): autostrada A20, uscita Milazzo, indicazioni verso Porto di Milazzo;
  • Da Palermo (circa 200 km): autostrada A20, uscita Milazzo, indicazioni verso Porto di Milazzo.

Col treno, invece, la fermata è Milazzo, circa 10 minuti a piedi dal Porto.

[Articolo redatto in collaborazione con Giuseppe Famà – autore del video]