La Foresta di Bamboo di Arashiyama sorge a pochi chilometri di distanza da Kyoto, la vecchia Capitale del Giappone. Situata nel cuore del paesino, essa è una dei “Cento luoghi da preservare” di questa meravigliosa terra. 

DOVE DORMIRE A KYOTO: Trova tutte le offerte

COME ARRIVARE

Il modo più veloce per arrivare alla Foresta di Bamboo di Arashiyama è il treno. La linea JR Sagano parte dalla stazione centrale di Kyoto e raggiunge la stazione di Saga-Arashiyama in soli 15 minuti. Se avete il Japan Rail Pass, sappiate che la tratta è compresa nell’abbonamento, altrimenti il costo è di 240 Yen a tratta.

Foresta di Bamboo - Arashiyama - Kyoto

COSA VEDERE

La foresta di bamboo di Arashiyama è un luogo mistico, tradizionale e spirituale che ben si accosta allo stile zen della pittoresca Kyoto. Il percorso si districa tra altissimi fusti di bamboo che creano un paesaggio del tutto surreale. Il silenzio, in questo luogo, domina sovrano e i giapponesi lo perseverano con grande sacralità. Lungo la strada della foresta di bamboo potrete osservare il Koryu-ji, il più antico tempio di Kyoto.

LEGGI ANCHE: Le migliori cose da fare e vedere a Kyoto

QUANTO COSTA

L’ingresso alla foresta di bamboo di arashiyama è completamente gratuito.

IL TRENO ROMANTICO DI SAGANO

Al termine del percorso della foresta di bamboo di Arashiyama si trova la stazione di Sagano, famosa per il suo “treno romantico”. Si tratta di un’esperienza molto suggestiva che vi consiglio di provare se avete un po’ di tempo a disposizione. La locomotiva del “treno romantico” è composta da cinque vagoni aperti e senza finestre che fanno la spola tra la stazione di Sagano e quella di Kameoka. La distanza percorsa è di circa 7 chilometri per 25 minuti di durata (solo andata). Durante la fioritura dei ciliegi, il paesaggio che si scorge è quasi magico.

DOVE DORMIRE A KYOTO: Trova tutte le offerte

ALTRE COSE DA VEDERE NEI DINTORNI

Tra le altre cose da vedere nei dintorni della foresta di bamboo di Arashiyama spicca il pittoresco santuario di Fushimi Inari Taisha la cui caratteristica principale è costituita dall’immenso tunnel di torii rossi che accompagna lungo tutto il sentiero. Non lontano si trova anche la piccola città di Nara, celebre per i suoi cervi sacri.
Veronica Crocitti