Amerigo Vespucci, scopritore del Brasile, in una sua lettera del 1510 scrisse:”Se il paradiso terrestre ancora esiste in qualche angolo della terra, ritengo che non debba essere molto lontano da queste regioni”. Il portoghese Rui Pereira, sempre nella metà del 1500 scrisse: “Se esiste un paradiso sulla terra, direi che si trova ora in Brasile”.

Il Brasile è un Paese molto esteso. Se si leva l’Alaska, esso ha un’estensione maggiore degli USA e, come tutti i Paesi molto estesi, ha delle grandi diversità territoriali, da scoprire ed ammirare. Entrando in una qualsiasi agenzia di viaggi o sfogliando un catalogo di un Tour operator, si vedrà che le mete proposte sono più o meno le stesse: Rio de Janeiro, Paratí, le spiagge del nord-est (Recife, Natal, Fortaleza, Canoa Quebrada, Pipa, Jericoacoara), le cascate di Foz de Iguaçú e poche altre. Il Brasile in realtà ha molto, ma molto di più da offrire. Andiamo a scoprire cosa…

Cascate dell’Iguaçu – Brasile

Viaggio sul Rio delle Amazzoni in battello (Belém > Manaus). Il viaggio in battello dura alcuni giorni. Manaus è praticamente raggiungibile solo per mare o per aereo. Navigare nel fiume più lungo del mondo, per alcuni giorni, è forse una delle esperienze più emozionanti in assoluto.

Manaus. Capitale dello stato di Amazonas, ex-capitale del Caucciù, essa è stata resa celebre dal film Fritzcarraldo. Ha un bellissimo teatro con un’acustica invidiabile ed è la porta per la foresta amazzonica. Ci sono vari parchi e ci si va solo con guide: uno dei luoghi TOP per l’ecoturismo.

Mato Grosso.  E’ uno Stato che, nella fantasia della gente, significa foresta. Reso celebre dal film con Sean Connery, oggi esso è il maggior produttore di soia e mais del Brasile. Restano tanti i luoghi incontaminati che, a fiumi, attraggono turisti da tutto il mondo. Uno di questi si trova nella cittadina di Alta Foresta, nel nord del Mato Grosso. Il Parco Statale di Cristalino (Parque Estadual Cristalino) è uno dei maggior parchi mondiali per il birdwatching.

Mato Grosso del Sud. E’ uno Stato differente rispetto al Mato Grosso, seppur entrambi hanno un nome simile. Nella cittadina di Bonito c’è un luogo da sogno, con acqua cristallina, assolutamente trasparente, con varie cachoeiras (cascate).

Pantanal. Si tratta di un’area paludosa di ben 250.000 Kmq che abbraccia anche Bolivia e Paraguay . Il Pantanal è un parco nazionale in cui è possibile andare esclusivamente con guide del luogo, esperte. Come nel caso della Foresta Amazzonica, il Pantanal è un’area quasi interamente selvaggia che cambia completamente fisionomia a seconda del periodo dell’anno. Da area paludosa diventa, per quasi 6 mesi, un’area quasi desertica. Si possono fare escursioni in barca, con fuoristrada e a cavallo.

Fiume Paranà. E’ il secondo fiume del Brasile, leggermente più corto del Rio delle Amazzoni. Tocca molte aree selvagge e protette, come le isole che separano lo stato del Paranà e del Mato Grosso, all’altezza della cittadina di Porto Rico. E’ possibile ad esempio noleggiare una lancia con pilota ed iniziare a navigare l’intero fiume: un’esperienza che, senza dubbio, merita. Il fiume Paranà, specialmente vicino a Foz do Iguaçù nel sud del Paranà, al confine con l”Argentina e Paraguay, è meta di pescatori a pesca del dourado. Si tratta di un salmonide che può arrivare a un peso di 25Kg ed una lunghezza di 130cm, ottimo da mangiare! Ovviamente è possibile pescare anche altri tipi di pesci, spesso con dimensioni notevoli.

Praia do Rosa. Nel sud del Brasile, ad un centinaio di chilometri da Florianopolis (Stato di Santa Catarina) c’è la Praia do Rosa (Spiaggia della Rosa) dove si svolgono gare mondiali di surf. Oltre ad essere un paradiso per i surfisti, quest’area è anche una zona protetta dove le balene si riproducono. In particolare essa è la “casa” della balena franca.

Parco nazionale marino di Abrolhos. Quest’area meravigliosa si trova nell’Arcipelago di Abrolhos, nello stato di Bahia. Essa è l’habitat naturale della balena jubarte.  Ovviamente vi vivono anche tartarughe giganti, delfini, squali, barracuda, nonché la barriera corallina. Un vero paradiso per i sub! Sono inoltre parecchi i relitti di navi custoditi all’interno dell’arcipelago.

Parco di Guartelá. Si trova nei pressi della città di Tibagi, nello Stato del Paranà. Lì è possibile visitare il terzo Canyon più lungo del mondo, fare rafting, cascading e moltissime escursioni organizzate in totale sicurezze da guide addestrate.

Bahia. All’interno dello Stato nazionale del Bahia si trova un posto meraviglioso: il Parco Nazionale della Chapada Diamantina. Si tratta di un’area con acque cristalline, cascate e sierras. Alcuni punti ricordano gli scenari dei film di John Ford con John Wayne. In passato in queste sierras sono stati ritrovati oro e diamanti.

Roteiro das Grutas. Situato nello stato di Minas Gerais, esso conduce a varie località con grotte incredibili e bellissime. Trovarsi in zona e non andarci è come essere in Egitto, vicino alle piramidi, e decidere di non visitare: una follia! Non ci sono fotografie o filmati che possono descrivere tale bellezza e grandiosità.

Parco nazionale dei Lençóis Maranhenses (Lenzuola del Maranhão). Il Parco si trova sulla costa dello stato di Maranhão, nel nord-est. Questa località meravigliosa, unica al mondo, prende il nome dal fatto che gli scopritori ebbero l’impressione di vedere delle lenzuola a bagno in una tinozza. L’acqua salmastra filtra dal basso e crea delle piscine naturali incredibili (potrebbero ricordare quelle di Pamukkale, in Turchia). Recentemente l’accesso al parco è stato limitato per motivi di conservazione ambientale: per entrarvi è necessaria la prenotazione.

Arcipelago di Fernando de Noronha. Esiste un arcipelago, a 350km dalla costa, di fronte a Recife nello stato di Pernambuco, che è un vero pezzo di paradiso in terra. Esso è composto da 21 isole e prende il nome dalla maggiore. Come molte altre località brasiliani, Fernando de Noronha è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.  Potrete trovare questa meta turistica in vari pacchetti di agenzie di viaggi ma, in generale, si tratta di una località decisamente sconosciuta ai più in Italia ed in Europa. L’afflusso di turisti è controllato dalla Polizia Federale Brasiliana e la permanenza può essere massimo di 4 giorni. L’ospitalità è garantita dagli abitanti in quanto sono proibite nuove costruzioni e nuovi insediamenti abitativi. È un paradiso per il birdwatching e per le escursioni subacque. È una meta un po’ costosa ma ne vale realmente la pena!

Per allontanarsi dai tour brasiliani standard e vivere realmente il Brasile è possibile affidarsi alla garanzia di Tour Operator italiani che vivono e risiedono nel Paese. Si tratta di agenzie autorizzate dal Governo brasiliano che lavorano sia su pacchetti di viaggio che viaggi su misura, da soli o in gruppi.

Luciano De Faveri