Dal Burj Khalifa al The Mall, passando per un Safari nel deserto e un’escursione ad Abu Dhabi: ecco le migliori cose da fare e vedere a Dubai.


Sfarzosa, lussuosa e con un senso di ostentazione esagerata che ne pervade ogni angolo, la città di Dubai si impone tra gli Emirati Arabi Uniti come una vera e propria cattedrale nel deserto.

Trova tutte le offerte per alloggi a Dubai

E’ come se in questo luogo, colmo di gru ed in continua espansione, tutto sia stato ideato e costruito con un’unica legge: fare di più. Non è un caso che viaggiatori e turisti, al primo impatto con la grande Dubai, rimangano o folgorati o spiazzati, indecisi se odiare o amare questa “megalopoli” dove a farla da padrone sono grattacieli, centri commerciali, climi caldi e hotel talmente grandi da sembrare città autonome.

QUANDO ANDARE

Il clima di Dubai è di tipo desertico, con temperature calde (talvolta caldissime) tutto l’anno. Se cercate una fuga dall’inverno rigido del Nord Italia, dunque, i mesi di novembre e dicembre potrebbero essere ideali per un weekend negli Emirati Arabi Uniti dove invece il clima medio si assesta sui 25-28 gradi. Stessa situazione per marzo-aprile, con qualche calo (media di 20 gradi) per gennaio e febbraio. Attenzione al periodo tra maggio e ottobre poiché i termometri, nella stagione estiva, arrivano a sfiorare anche i 40/50 gradi.

10 COSE DA FARE E VEDERE

Dubai viene identificata come “la città delle Mille e Una Notte”, il fulcro della ricchezza araba, delle feste sugli yacht, dei giri in elicottero, degli aperitivi sui roof top, del divertimento ultra luxury. E se questo da un lato è vero, dall’altro lato è doveroso ricordare che esiste anche una Dubai “antica”, tradizionale, religiosa, fortemente musulmana e, senza dubbio, autenticamente affascinante.

Trova tutte le offerte per alloggi a Dubai

E’ quindi tenendo a mente questo forte contrasto tra modernità e tradizione che andremo adesso a scoprire le cose assolutamente da fare e vedere nel grande, forse troppo, Emirato Arabo.

1. BURJ KHALIFA

E’ il grattacielo più alto al mondo nonché il vero simbolo della città di Dubai. Con i suoi 829,80 metri da capogiro, il Burj Khalifa domina su tutta la moderna zona di Downtown sovrastando palazzi e grattacieli circostanti. Conosciuto anche col nome di Burj Dubai, esso fu costruito per volere dello sceicco Mohammed bin Rashid Āl Maktūm, attuale Primo Ministro degli EAU, e vanta ben 163 piani. Tra le cose da fare e vedere a Dubai, quella di scalare il grattacielo e godere di una vista a 360° su tutta la città è di certo ai primi posti. Per raggiungere i due osservatori At The Top e At The Top, Burj Khalifa Sky (al 124°/125° piano ed al 148°) è necessario acquistare un biglietto (costo circa 30 euro – 134 AED) e recarsi all’ingresso che si trova all’interno del Centro Commerciale The Mall. Da non perdere, nella zona circostante, la Dubai Fountain con le sue splendide coreografie d’acqua.

2. THE MALL

Il Centro Commerciale più grande al mondo si trova ai piedi del Burj Khalifa e racchiude, nei suoi quasi 400mila metri quadri di superficie, ben 1200 negozi! Se siete dei turisti pazienti, amanti di shopping e vetrine, il The Mall potrebbe sembrarvi davvero il Paradiso… al contrario, l’Inferno. Tra le cose da non perdere: il Suk dell’Oro, la Pista del Ghiaccio, il Dubai Aquarium e lo Zoo Sottomarino (ingresso gratuito).

3. BURJ AL-ARAB

Conosciuto col nome di “La Vela”, questo albergo vanta il primato di esser tra i più lussuosi al mondo (del resto, cosa non lo è a Dubai?). Incastonato su un’isola artificiale costruita a largo della Jumeirah Beach, il Burj al-Arab si distingue per il suo aspetto particolare, somigliante appunto ad una vela, e i suoi prezzi da capogiro. Per raggiungerlo è necessario percorrere un ponte di circa 280 metri anche se la maggior parte dei turisti si accontenta di fotografarlo a distanza di sicurezza.

4. DUBAI MARINA

Costruita di sana pianta da una real estate araba, Dubai Marina viene considerata il cuore della Nuova Dubai. Tripudio di palazzoni ed edifici residenziali, essa si presenta agli occhi dei visitatori come una sorta di città Californiana con spiagge bianchissime e un lungomare (The Walk) lungo quasi 1,6 chilometri. Tra le zone meno “arabe” di Dubai, questa è di certo quella in cui troverete alte concentrazioni di turisti, yatch lussuosissimi e attività di svago di ogni tipo. Qualche esempio? Shopping al Marina Mall, Skydive, giro sulla Ruota Panoramica.

5. PALM JUMEIRAH

Tra le tre Palme di Dubai, quella di Jumeirah è di certo la più celebre. Si tratta di un arcipelago artificiale, la cui forma ricorda una palma, composto da un tronco lungo 5 chilometri, una chioma con 17 rami ed una mezzaluna (11 chilometri) che ne fa da confine. All’interno di questa isola si trovano più di 1000 ville anche se, tra tutte le costruzioni, il posto d’onore spetta di diritto all’immenso “Atlantis, The Palm”, tra i più celebri, grandi e lussuosi Resort al mondo.

6. ATLANTIS, THE PALM

L’hotel Atlantis merita una menzione sia solo per il fatto che rappresenta uno dei maggiori simboli di lusso della città di Dubai. Caratterizzato da due torri collegate da un ponte, esso conta ben 2000 camere e vanta, al suo interno, l’Atlantis Aquaventure, uno dei più grandi parchi acquatici del Medio-Oriente. Nei suoi meandri trovano spazio anche un centro commerciale, un acquario con richiami al mito di Atlantide, punti ristoro e… Ferrari a non finire! Per raggiungere l’hotel, oltre che in auto e taxi, potrete usufruire della monorotaia Palm Jumeirah il cui biglietto, andata e ritorno, si aggira sugli 8 euro.

7. DEIRA

Il quartiere Deira è il luogo in cui ancora si conserva l’autenticità della Dubai più antica e del mondo arabo meno artefatto. Situato a nord-ovest della city, da cui è geograficamente diviso dal Creek, Deira rappresenta uno spazio che sembra avere poco a che fare con la modernità di Downtown e Dubai Marina. E’ qui che si trovano i suk più autentici, come quello dell’oro o quello coperto, così come i mercati che tanto ricordano le tradizioni arabe del Marocco. In questa area si trovano moschee e musei (come l’Heritage House, l’Al Ahmadiya School, il Museo delle Donne o quello del Comune) e la vita è scandita dalle preghiere musulmane diffuse a tutto volume tra strade e vie. I prezzi, in termini di alloggi e hotel, sono molto più abbordabili rispetto al resto di Dubai ed ogni cosa, a Deira, sembra voler ricordare che anche qui, tra lusso e splendore, esiste una dimensione di quotidiana normalità.

8. DUBAI CREEK

Il grande canale d’acqua che divide in due la città di Dubai (Deira da un lato e Bur Dubai dall’altro) rappresenta il primo vero fulcro di sviluppo e commercio, specialmente ittico, di tutta la zona. E’ da queste acque che, giornalmente, passano le navi dirette in Africa e Asia, in un flusso continuo e senza sosta. Tra le cose da fare e vedere nel quartiere Creek di Dubai, il giro in abra – la tradizionale imbarcazione araba – lungo il Canale rientra di certo nella Top Ten.

9. SAFARI NEL DESERTO

Definire Dubai come “una cattedrale nel deserto” è un modo assolutamente veritiero per sottolineare che, al di là dello sfarzo e del lusso, quello che circonda grattacieli e palazzi è, in definitiva, sabbia. Il deserto si estende a pochi chilometri di distanza dalla modernità più sfrenata e ricorda la vera natura di tutta la zona. L’escursione nel deserto rientra di certo tra le “cose da fare e vedere” a Dubai anche se, va sottolineato, potreste rimanere estremamente delusi se avete già avuto modo di vivere l’esperienza della vita “beduina” in altri luoghi (ad esempio nel Sahara). Esistono tantissimi tour organizzati che, nell’arco di mezza giornata, vi promettono passeggiate sui cammelli, cene in tenda ed emozioni da brivido tra le dune… attenzione! Si tratta di esperienze estremamente turistiche e commerciali.

Trova tutte le offerte per alloggi a Abu Dhabi

10. ESCURSIONE AD ABU DHABI

La Capitale degli Emirati Arabi Uniti sorge su un’isola del Golfo Persico che si trova a circa due ore di strada da Dubai. Seppur in maniera leggermente più lieve, anche Abu Dhabi risente di quell’eccessiva ostentazione per cui ogni cosa sembra esser stata concepita e costruita con il chiaro intento di non passare inosservata. Ne sono alcuni esempi la Grande Moschea dello Sceicco, principale luogo di culto del Paese che conta ben 82 bianchissime cupole ed ha una capienza di oltre 40mila fedeli, o l’Emirates Palace, lussuosissimo hotel con lampadari di 2 tonnellate e finiture in cristallo, o il Marina Mall, l’enorme centro commerciale secondo solo all’omonimo “dubaiano”, o il Ferrari World Abu Dhabi, il parco a tema situato sull’isola di Yas con tanto di pista, teatro, cinema e… l’Italia in miniatura!

Veronica Crocitti