Lungo il cammino di fede che ogni cristiano percorre fuori e dentro sé stesso, esistono delle tappe di conclamata spiritualità che costituiscono dei veri punti di contatto tra Dio e l’uomo, tra il cielo e la terra. Lourdes, la piccola cittadina francese che sorge nel cuore dei Pirenei, rappresenta uno dei più potenti luoghi della cristianità e, da ormai cent’anni, è divenuta la meta di milioni e milioni di pellegrini che giungono ai piedi della Santa grotta di Massabielle per incontrare la Virgo Maria.

Come organizzare un pellegrinaggio a Lourdes “fai da te”: tutte le info

LA STORIA. La prima apparizione della “bella Signora” alla giovane Bernadette risale all’11 febbraio 1858. A quel tempo, Maria-Bernarde Soubirous aveva 14 anni ed era la primogenita dei sette figli di Françoise Soubirous e Louise Castérot. Durante i primi anni di vita, Bernadette e la famiglia vissero e gestirono il mulino di Boly, riuscendo a mantenere una stabilità economica piuttosto dignitosa. Fu in seguito alla grande crisi che colpì la Francia che i Soubirouse caddero in miseria e, abbandonando ogni cosa, riuscirono a trovare rifugio soltanto nel Cachot, una stanza di appena 16 mt quadri che un tempo era una prigione. Qui la famiglia Soubirous, composta da sei persone, visse per anni tra povertà, fame e cattiva igiene, e la piccola Bernadette crebbe analfabeta, mai edotta al catechismo, malata e sofferente di asma.

Guarda tutte le foto di Lourdes

Quell’11 febbraio 1858, Bernadette si era proprio allontanata dal cachot insieme alla sorella e ad un’amica per andare in un bosco vicino a raccogliere della legna quando, ai piedi della grotta di Massabielle, si ritrovò dinnanzi la Vergine Maria, l’Immacolata Concezione. A questa prima apparizione ne seguirono altre 17, in ognuna delle quali la Madre di Dio parlò con Bernadette dandole insegnamenti e indicazioni.

La Chiesa riconobbe formalmente le apparizioni di Lourdes nel 1862 e, quattro anni dopo, iniziarono i lavori per la costruzione della Basilica dell’Immacolata Concezione (poi fu la volta delle altre due: Basilica di Nostra Signora del Rosario e Basilica Sotterranea di San Pio X). All’interno della grotta di Massabielle, che rappresenta il fulcro spirituale dell’intero Santuario, venne posta una statua bianca della Virgo Maria che l’artista Joseph-Hugues creò secondo le descrizioni di Santa Bernadette.

PELLEGRINI A LOURDES. Che giungano per una grazia ricevuta, per un miracolo da chiedere, per un desiderio di re-unione col cielo, per un male incurabile o per devozione e cristiana passione, i pellegrini che posano le loro orme sui luoghi Santi di Lourdes sanno che, ad accogliergli, vi sarà sempre amore, pace, silenzio e spiritualità. La bellezza di un pellegrinaggio a Lourdes risiede nel fatto che ognuno ha la possibilità di vivere il suo incontro con Dio secondo i propri tempi, le proprie possibilità, i propri modi.

Il Santuario mette quotidianamente a disposizione un programma ricco di celebrazioni, processioni, rosari e momenti di silenzio e raccolta che può esser richiesto al Centro Informazioni (si trova accanto alla Porta San Giuseppe). A seconda della provenienza dei pellegrini (Italia, Francia, Inghilterra, Spagna…) vengono celebrate delle messe in lingua (per gli italiani tutti i giorni alle 11 alla Basilica Superiore, alle 18.15 alla Chiesa San Giuseppe, alle 23 alla Grotta e, ogni primo sabato del mese eccetto Maggio e Agosto, alle 8.30 alla Grotta), dei rosari (per gli italiani tutti i giorni alle 18 alla Grotta), dei video di presentazione del Messaggio di Lourdes (tutti i giorni alle 8.30 e alle 14.30 al Centro Informazioni). Per gli orari e il programma completo vi rimando comunque al sito ufficiale poiché essi, di stagione in stagione, possono subire delle variazioni.

Scopri tutte le offerte per alloggi a Lourdes

I RITUALI DI LOURDES. Qualunque sia la motivazione intima che vi spinge a giungere ai piedi della Grotta della Bella Signora, sappiate che esistono dei “rituali” che tutti i pellegrini compiono per fare di Lourdes un momento unico di purificazione, liberazione e incontro con Dio:

  • Saluto alla Virgo Madre. La Grotta di Massabielle rappresenta il cuore del Santuario di Lourdes. E’ quella la vera e prima tappa di coloro che giungono qui col desiderio ardente di toccare la pietra grondante di acqua che, l’11 febbraio 1858, fu il luogo in cui l’Immacolata Concezione apparve a Bernadette; 
  • Confessarsi. La Cappella della Riconciliazione offre ai pellegrini la possibilità di iniziare il loro incontro con Maria confessando e chiedendo perdono per tutti i peccati. Le confessioni sono aperte tutti i giorni secondo i seguenti orari: 8.30-11.15 e 15-18 (anche in italiano);
  • Video messaggio di Lourdes. Per comprendere al meglio la storia di Lourdes e delle apparizioni, i pellegrini hanno la possibilità di vedere un video (della durata di 30 minuti) proiettato al Centro Informazioni tutti i giorni alle 8.30 e, in italiano, alle 14.30.
  • Immergersi nelle vasche di acqua santa. Durante la nona apparizione, la Madonna disse a Bernadette: “Vada a bere alla sorgente”. Il “bagno” è uno dei momenti più intensi del pellegrinaggio. Si tratta di una vera e propria immersione in piscine (uno alla volta) colme di acqua benedetta. Le “vasche” si trovano alla destra della Grotta e sono aperte tutti i giorni (per gli orari esatti bisogna rivolgersi direttamente in loco poiché cambiano di stagione in stagione).
  • Processione Eucaristica (o Adorazione). Durante la tredicesima apparizione, la Madonna disse a Bernadette: “Che si venga qui in processione”. La processione Eucaristica del pomeriggio (ore 17) è la più antica del Santuario ed ha come punto di partenza la Basilica Sotterranea di San Pio X. 
  • Partecipare alla Messa Internazionale. La celebrazione della Messa Internazionale, in tutte le lingue, avviene il mercoledì e la domenica (ore 9.30) nella Basilica Sotterranea di San Pio X.
  • Processione Mariana – Fiaccolata notturna. La processione con le fiaccole (flambeaux) inizia tutti i giorni non appena il sole inizia a calare e il rosso del tramonto rende l’atmosfera surreale (nel periodo estivo alle 21). Il punto di adunanza è la Grotta delle Apparizioni. Tutti i pellegrini giungono con una fiaccola in mano (è possibile prenderla al Santuario o acquistarla nelle vicinanze) e seguono la Vergine in processione lungo un percorso che, preghiera dopo preghiera, li conduce dinnanzi alla Basilica di Nostra Signora del Rosario. E’ possibile prolungare il momento di preghiera con l’adorazione notturna: l’ultima messa viene celebrata alle 23 alla Grotta di Massabielle. 
  • Accendere una Candela. La Madonna disse a Bernadette: “Questa luce prolunga la mia preghiera”. Prima di lasciare questo luogo Santo, ogni pellegrino accende una candela e la posa nella Chapelle des lumieres (Cappella delle Candele). 
  • Via Crucis delle Espélugues e dei Malati. Percorrere il sentiero che, dalla Basilica dell’Immacolata Concezione, si inerpica nella collinetta vicina, è un rituale in grado di impegnare spirito, anima e corpo. Il Cammino è cadenzato dalle 15 stazioni della Via Crucis, le cui scene sono perfettamente riprodotte a grandezza naturale, ed è aperto tutti i giorni dalle 6 alle 22. Una seconda Via Crucis, meno ripida e più accessibile, si trova invece sulla prateria del Santuario.
  • Angelus e Rosario (in italiano). Questi due momenti di raccoglimento e preghiera sono trasmessi in diretta su TV2000. L’Angelus è celebrato, a partire dalla Settimana Santa, tutti i giorni (tranne il sabato e la domenica) alle 11.15 alla Grotta. Il Rosario, invece, il pomeriggio alle 18, sempre dinnanzi alla Grotta. 
  • Itinerario sulle orme di Bernadette. Per vivere appieno l’esperienza di Lourdes, è possibile seguire un itinerario a piedi in tutta la città che ha come tappe i luoghi di vita di Bernadette: il Mulino di Boy, il Cachot, il Castello, la Chiesa Parrocchiale di Lourdes, il Presbiterio, l’Ospizio e il Museo di Santa Bernadette.

Veronica Crocitti