Adagiata a ridosso del Parco Naturale Migliarino, incastonata tra le vicine Lucca e Livorno, la città di Pisa è una delle zone più amate e conosciute della Toscana. A misura di “universitario”, Pisa è celebre per esser custode della famosa Scuola Normale Superiore nonché di uno dei simboli italiani più rinomati al mondo: la Torre pendente. Ricca di arte e cultura, geograficamente divisa dal romantico fiume Arno, questa città ruota attorno al centro storico. E’ all’interno di questo quadrilatero, infatti, che si trovano i principali monumenti e le più famose attrazioni. Per visitare Pisa basta una mezza giornata, anche se poi dipende da quanto tempo avete a disposizione. Vi lascio la lista delle 10 cose assolutamente da fare se passate dalla cosiddetta “Città Pendente” (clicca qui per vedere tutte le foto).

– Foto pendente con la Torre. La regola è: “Se vai a Pisa e non fai una foto stramba con la Torre di Pisa, non puoi davvero dire di esser andato a Pisa”! La celebre Torre si trova in Piazza Duomo ed è, di fatto, il campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta. Alta 57 metri, essa è celeberrima per la sua pendenza dovuta ad un cedimento del terreno sottostante che risale alla sua stessa costruzione. Attualmente l’inclinazione è di 4,8 ° rispetto all’asse verticale. Davanti alla Torre si estende una grandissima zona verde che, un tempo, veniva letteralmente presa d’assalto da migliaia e migliaia di turisti intenti a farsi immortalare nelle pose più strane. Tra chi sorreggeva la Torre, chi la tratteneva tra due dita e chi la imitava nella sua pendenza…lo spettacolo era assicurato. Adesso l’aerea è stata recintata ma lo spirito del #SelfieTorre continua a rimanere immutato!

– Passeggiata sul Lungoarno. Il fiume Arno divide geograficamente la città in due zone. Passeggiando tra le sue sponde, potrete passare dinnanzi a diverse attrazioni come il palazzo Blu o la pittoresca Chiesa Santa Maria della Spina.

– Sosta culinaria in Piazza delle Vettovaglie. Situata tra via Borgo Stretto e Piazza Sant’Omobono, essa è una pittoresca piazza della città di Pisa. Fin dalla sua origine, Piazza delle Vettovaglie è stata sede di commercio e scambio mentre oggi (dal lontano 1900) è il fulcro del mercato ortofrutticolo ambulante.

– Piazza dei Cavalieri. E’ una delle Piazze più famose di Pisa. In origine sede potere civile, nel Cinquecento Piazza dei Cavalieri è diventata il quartier generale dell’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano, voluto dal granduca Cosimo I de’ Medici. Qui si affacciano alcuni dei monumenti più celebri della città: il Palazzo della Carovana con la Scuola Normale Superiore, la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, il Palazzo della Canonica e il Palazzo del Consiglio dei Dodici.

– Chiesa gotica di Santa Maria la Spina. Situata nel Lungarno Gambacorti, non lontano dal Palazzo Blu, essa è una piccola chiesetta celebre per il suo stile gotico. Il nome “spina” deriva dal fatto che essa conservava una delle spine che hanno fatto parte della corona indossata da Gesù alla crocifissione. Adesso la spina è comunque conservata nella Chiesa di Santa Chiara.

– Visita al Duomo di Pisa e Battistero. La Cattedrale di Santa Maria Assunta si trova al centro di Piazza dei Miracoli, accanto alla Torre ed al battistero. Si tratta di un vero e proprio capolavoro del romanico pisano ed è caratterizzata da marmi multicolori, mosaici e diversi oggetti di bronzo. La facciata bicolore, grigio e bianco, è un colpo d’occhio mentre all’interno spiccano le cinque navate, colonne monolitiche di marmo grigio, soffitto a cassettoni dorati ed il grande mosaico absidale del Cristo in trono tra la Vergini e San Giovanni di Cimabue.

Accanto al Duomo si erge il Battistero di San Giovanni, costruito anch’esso in stile romanico, con la sua cupola troncoconica. E’ il battistero più grande di tutta Italia e, così come la Torre, è leggermente inclinato!

– Palazzo Blu. Situato sul Lungoarno Gambacorti, non lontano dalla Chiesa di Santa Maria Spina e Palazzo Gambacorti, esso è uno dei simboli della città. Il nome originario è Palazzo Giuli Rosselmini Gualandi ma, dopo il restauro del colore, esso è diventato il “Palazzo Blu”. Fino al 2001 esso è rimasto abitato dai Conti Giuli, mentre adesso è sede del Centro di Cultura e Arte BLU.

– Visita al Museo Nazionale San Matteo. Il Museo Nazionale sorge sul Lungoarno Mediceo, all’interno del convento medievale San Matteo, ed è il più importante museo di pittura e scultura di Pisa. All’interno è custodita una delle più grandi collezioni di arte medievale a livello europeo, con opere di pittura, scultura pisana, arte bizantina, monetiere e ceramiche.

– Torre della Cittadella. La Cittadella è un’antica fortezza che si erge all’estremo delle mura di Pisa, oggi divenute Patrimonio dell’Umanità. La Torre si staglia sul Lungarno Ranieri Simonelli, proprio dinnanzi al Piazzale Arsenale Marittimo. Da quest’anno è possibile visitare la città di Pisa percorrendo le mura… un piccolo tour a piedi da far terminare con una bella salita alla Torre, da cui si osserva un panorama incantevole.

Veronica Crocitti

#InViaggioConVeronica