Campi di riso, spiagge selvagge, tempi secolari. E poi ancora pagode millenarie, architetture eleganti e feste colorate. Viaggiare in Vietnam vuol dire scoprire un Paese bucolico e dalle mille sfaccettature, vuol dire avventurarsi in una terra che si estende in più di 1700 chilometri, tra le montagne del nord, i mercati galleggianti del sud ed i tesori imperiali del centro.

Se avete in mente di organizzare un viaggio in questa terra affascinante, questa piccola guida vi sarà utile per familiarizzare in anticipo col clima, con la popolazione, con l’ambiente, col cambio valuta e con le usanze più tipiche!

(PH Simone Piccini)

QUANDO PARTIRE? Non esiste un periodo dell’anno privilegiato per partire, ogni mese va bene! La forma allungata del Vietnam, che si estende dai tropici alla zona subtropicale, contribuisce infatti alla formazione di un clima più che vario. Quando in alcune aree del Paese è nuvoloso e piovoso, in altre c’è sole e caldo. Di norma, al Sud le temperature sono sempre più aride ed umide rispetto al Nord (in media, circa 27 gradi al sud rispetto ai 21 gradi nell’estremo nord).

AMBIENTE. Il Vietnam confina con la Cambogia, il Laos e la Cina, e si estende per 1.650 chilometri lungo la costa orientale della penisola indocinese. E’ bagnato da due grandi fiumi, il Fiume Rosso a nord e il Delta del Mekong a sud. La maggior parte del Paese è costituita da colline e montagne: la vetta più elevata è il Fansipan, con i suoi 3.143 metri.

PH Simone Piccini

Viaggiando per il Vietnam potrete incontrare diverse specie animali tipiche delle zone tropicali e subtropicali. Tra queste vi sono elefanti, rinoceronti, tigri, leopardi, orsi neri, rinoceronti, coccodrilli e tartarughe. Molti di questi animali vivono protetti nei dieci parchi nazionali che sorgono all’interno del Paese. Quelli più famosi sono: Cat Ba, Lago Ba Be, Cuc Phuong, Parco nazionale Bach Ma e Parco Nazionale Nam Cat Tien.

POPOLAZIONE. La maggior parte della popolazione è costituita da persone Viet o Kinh (87%), che parlano la lingua vietnamita. La minoranza è invece composta da 54 etnie tribù delle colline che vivono soprattutto nell’estremo sud, nelle zone centrali e in quelle settentrionali montuose. Le tribù più famose sono i Tay, gli Hmong, gli Zao, i Thai bianco e nero, i Muong e gli Hoa, Khmer del sud. Ogni tribù collina ha le proprie usanze nonché il proprio dialetto, e soltanto alcuni sono in grado di parlare la lingua ufficiale vietnamita.

PH Simone Piccini

CAMBIO MONETA. Il dollaro americano è ampiamente accettato nei principali negozi e ristoranti. Nei punti e nelle banche autorizzate è possibile comunque effettuare i cambi (viene sempre richiesta la presentazione del passaporto). Vi è solitamente una tassa di transazione che varia tra il 2% e il 5%. Le carte di credito come Visa e MasterCard sono accettate solo in alcuni dei più grandi alberghi e ristoranti. I prezzi sono generalmente quotati in dollari, quindi verificate sempre il tasso prima di pagare! I bancomat sono presenti nelle principali città, come Hanoi, Halong, Haiphong, Hue, Danang, Nha Trang e Saigon.

Nguyen Ngoc Anh – Luxury Travel Co.