Dopo avervi descritto tutti i tipi e le varianti della Tortillas, piatto principale della cucina messicana, andiamo a scoprire un altro degli alimenti chiave della tipica arte culinaria del Messico: i fagioli.

Innanzitutto bisogna partire dalla concezione che, in questo Paese, i fagioli vengono “utilizzati” in tutti i pasti, dalla colazione, alla cena, agli spuntini. Ne esistono di tutti i colori, per lo più essiccati, e di tutte le dimensioni: neri, marroni, viola, bianchi ed anche gialli. Prima di esser cucinati vengono messi in ammollo in acqua fredda per almeno 10-12 ore. La cottura avviene in acqua abbondante, mentre la salatura soltanto alla fine di modo che non si indurisca la buccia.

Varietà Fagioli

 

Ecco un piccolo “vademecum” sui principali piatti a base di fagioli:

  • FRIJOLES REFRITOS. Si tratta di un piatto a base di cipolla tritata e peperone verde tagliato alla julienne. I fagioli, dopo esser stati lessati, vengono schiacciati ed aggiunti al soffritto. Il tutto viene infine insaporito con coriandolo e formaggio fresco sbriciolato.
  • ZUPPA DI FAGIOLI. Piatto forte della cucina messicana, esso è realizzato con un soffritto a base di cipolla, pancetta e aglio, con l’aggiunta della purea di fagioli. Il tutto viene poi accompagnato da piccole tortillas tagliate a rombi.
  • FAGIOLI CHARROS. E’ il piatto dei fagioli neri lessati e coti insieme a salsiccia o pancetta a pezzi, cipolla, pomodori a pezzettini, peperoncino e alloro. Il tutto viene infine bagnato con la birra.
  • PUREA DI FAGIOLI. Si tratta di una delle più tipiche pietanze di accompagnamento, soprattutto nei secondi piatti. Per realizzare la purea vengono utilizzati i fagioli neri.

Veronica Crocitti

Può interessarti anche Messico. Chichén Itzá, una delle sette meraviglie del mondo moderno, Città del Messico, cosa vedere in 24 ore, Tradizioni Maya, l’antico gioco della Pelota, In barca nel Canyon del Sumidero, tra avvoltoi e coccodrilli.